Category Archive : I luoghi della birra a Londra

The Ram Brewery: il birrificio più antico della Gran Bretagna 1

The Ram Brewery: il birrificio più antico della Gran Bretagna

I molti birrifici di Londra sono un fenomeno abbastanza recente. Una volta nella capitale del Regno Unito i birrifici più importanti erano praticamente solo la Young e la Fuller. Poi nel 2006 il famoso Ram Brewery della Young fu abbandonato. E’ stato un colpo per gli amanti della vera “ale” e per i residenti di Wandsworth, la zona di Londra dove si trova ancora la fabbrica. La Ram Brewery era infatti operante sin dai primi anni del diciassettesimo secolo, e la famiglia Young la prelevò nel 1831. Quando fu chiusa era il più vecchio birrificio britannico ancora operante, un mix epico di strumenti antichi da una parte e modernissimi dall’altra, con alcune consegne che ancora venivano fatte a cavallo! Una lunga storia insomma.

Tutta l’area è stata acquistata da un fondo cinese che la riqualificherà costruendo modernissimi appartamenti e negozi, ma anche un museo della birra e mantenendo un piccolo birrificio artigianale.

Nel frattempo uno dei dipendenti della Young, John Hatch, è rimasto a dirigere un piccolo birrificio artigianale, giusto per mantenere l’operatività del più vecchio birrificio del Paese. Se volete vedere cosa fa e come si è organizzato ecco il suo link: http://www.1000londoners.com/londoners/john-hatch/

Purtroppo la sua birra ancora non è commercializzata (almeno per il momento!), e allora ve ne suggeriamo un’altra da assaporare nelle fresche estati inglesi: la “Saison” del birrificio artigianale Weird Beard (aperto nel 2013), per rimanere sempre a Londra ovest. E’ una birra stagionale, disponibile solo tra Giugno ed Agosto, dal sapore molto fresco, che ricorda un po’ il limone e lo stile un po’ campagnolo.

Birra con Sfinge a Crystal Palace 2

Birra con Sfinge a Crystal Palace

Del Crystal Palace, oltre alla squadra di calcio, non si sa molto. E’ un posto mitico, avvolto dal mistero e con una storia poco fortunata. Nel 1851 non era solito trovare strutture in vetro e ferro. Ma Londra era evidentemente già all’avanguardia. Il Crystal Palace fu originariamente costruito per l’esposizione universale che si tenne in Hyde Park. Una volta terminata l’esposizione tuttavia il palazzo venne trasferito in Sydenham (a sud di Londra) e riaperto dalla Regina Vittoria.

La struttura era caratterizzata da due enormi torri (più alte della colonna di Nelson in Trafalgar Square!) e moltissime fontane. Fu il primo parco a tema del mondo, scenario di rappresentazioni teatrali, festival, partire di cricket e persino alcune partite di FA cup. Nei giardini si poteva ammirare uno stagno preistorico e delle ricostruzioni di dinosauri. Potete ancora trovare il parco dei dinosauri a testimonianza della realtà che fu. La gestione del parco si dimostrò essere però troppo costosa e difficoltosa, per cui cadde in malora dopo pochi anni. Successivamente, nel 1936, il palazzo principale fu distrutto da un incendio e solo le due gigantesche torri si salvarono, per poi essere demolite durante la seconda guerra mondiale perché si temeva potessero cogliere l’attenzione dei nemici.

Del Crystal Palace oggi non rimane quasi più nulla, se non le decadenti Sfingi e quello che una volta fu l’acquario marino più grande del mondo.

Non poteva mancare una nota noir: le terrazze del Crystal Palace furono teatro anche del primo incidente automobilistico mortale, avvenuto nel 1896 con la poveretta Bridget Driscoll, recatasi a Londra con la figlia e un’amica per assistere ad uno spettacolo di ballo, che venne investita da una vettura che andava a “velocità tremenda” di ben 4 miglia all’ora!

Cosa abbiniamo a questa location? La London Smoke, di “The Five Points Brewing Co”. Una birra un po’ forte, con un sapore di liquirizia e cioccolato, e un profumo vagamente affumicato da cui il nome. Una birra a dir poco maestosa, totalmente artigianale e se non volete volare fino a Londra potete anche trovarla in Italia visitando www.beerfellas.eu

Scegliere la birra alla Centrale di Battersea 3

Scegliere la birra alla Centrale di Battersea

Non distante dal centro di Londra, e situato sulla riva opposta al famoso quartiere “posh” di Chelsea, si trova la vecchia centrale di Battersea, simbolo oramai conosciuto da molti della Londra che fu. Questa vecchia centrale termica a carbone venne aperta nel 1937, progettata da Sir Giles Gilbert Scott (che aveva la curiosa nomina di progettista esperto di cattedrali e centrali termiche). Originariamente prevedeva solo due camini e solamente dopo la Seconda Guerra Mondiale fu aggiunta un’altra centrale parallela e identica alla prima, dando quindi la caratteristica forma a 4 camini che si osserva oggi.

E’ un’icona che non si può perdere se si viene da sud verso la stazione di Waterloo o di Victoria, ed è apparsa in numerosi film e video. Ad esempio, fu un’ambientazione del film di Alfred Hitchcock “Sabotage”, del 1936, in “Help!” dei Beatles ed ancora in “The Meaning of Life” d Monthy Python.

La centrale come tale fu chiusa nel 1983 e vennero annunciati dei piani per convertirla inizialmente in un parco a tema, ma i lavori vennero interrotti dopo poco a causa dei costi troppo alti. Da allora fu abbandonata ma è diventata uno dei simboli alternativi della capitale del Regno Unito.

Vi consigliamo di andare a dare un’occhiata se ne avete occasione, anche perché l’ambientazione sta già cambiando a vista d’occhio con l’ambizioso progetto di riqualificazione e sviluppo dell’area, che già vede la costruzione di appartamenti modernissimi e chic vista Tamigi.

La birra che vi consigliamo per l’occasione è la Anspach & Hobday, The Smoked Brown. Ispirata all’epoca in cui i birrifici londinesi essiccavano il malto sul fuoco, ha un sapore vagamente bruciacchiato e allo stesso tempo un gusto leggermente amaro. Il risultato è una birra intrigante e decisamente inusuale. Da accompagnare, se volete, con formaggi forti e carne… anche se c’è da dire che il vero inglese non si perde nel cibo quando c’è di mezzo la birra!