Tag Archive : Lazio

ice club roma

Caldo insopportabile? Roma regala un rifugio di ghiaccio

Il caldo imperversa opprimente e siamo tutti alla disperata ricerca di un po’ di sollievo dalla sauna quotidiana cui siamo esposti, specialmente in città. E cosa pensereste se all’orizzonte scorgeste un locale completamente di ghiaccio che sembra pronto ad accogliervi a “porte aperte”?

E’ sicuramente un miraggio.

E se vi dicessimo che non siete vittima del caldo e che quest’oasi nel deserto estivo esiste davvero? Proprio così.
I fortunati sono gli abitanti della Capitale che nello storico quartiere Monti hanno a disposizione questa location delle meraviglie, costruita interamente nel ghiaccio: di ghiaccio sono, infatti, le pareti, i complementi d’arredo, ma anche i banconi e persino i bicchieri, i portabottiglie e i mastelli porta champagne.

La temperatura all’interno del locale? -5 gradi. Tutti gli ospiti vengono muniti di una speciale mantella termica per contrastare il freddo interno (da non credere, di questi tempi).

Questa location “da brivido” si chiama Ice Club e il suo concept architettonico moderno e di tendenza si incontra e si scontra con il quartiere in cui si trova, un quartiere antico, ricco di storia, con il quale crea un connubio perfetto e ben riuscito di contrasti che si sposano dando vita ad una miscela esplosiva e invitante (specialmente con i picchi torridi di queste settimane da record!).

Protagonisti del locale (oltre al ghiaccio, che la fa da padrone) sono i gustosissimi cocktail e la Vodka, disponibile in diverse varianti aromatizzate, dalle classiche alla pesca e al limone fino a quelle all’assenzio e al cioccolato.
Quanto all’intrattenimento, vengono organizzati numerosi eventi nel corso dell’anno e la musica, dal vivo, fa da sottofondo alle freschissime serate romane.

 

sake

Kampai Sake Festival: per conoscere e degustare il “Vino di Riso”

logo gambero rossoIn occasione del Kampai Sake Festival, Roma si agghinda di tutto punto per celebrare, conoscere e degustare l’ormai apprezzatissima bevanda alcolica, unica nel suo genere.

Per i Sake lovers, due appuntamenti imperdibili in cui il “Vino di riso” sarà protagonista: Gambero Rosso, in collaborazione con la Gambero Rosso Tokyo Academy, presenta una settimana di seminari, degustazioni, incontri ed eventi dedicati al Sake.

Il 16 Luglio, è il Baja a trasformarsi in Sake bar per ospitare la prima serata del Kampai Sake Festival; Il giorno seguente, invece, l’esperienza si replica alla residenza estiva del Gambero Rosso al Gasometro.

Di seguito i dettagli delle due serate:

KAMPAI SAKE FESTIVAL – 16 LUGLIO

Roma – ore 18.00 – 2.00
Location: Baja – elegante imbarcazione in stile liberty su tre livelli ormeggiata sul fiume Tevere (Lungotevere Arnaldo da Brescia 00196 Roma)

baja Kampai Sake Festival

L’evento, che vedrà la presenza di produttori e autorità giapponesi, sarà dedicato all’accostamento tra Sake puro e finger food curato dagli chef Gambero Rosso.

Ad accompagnare la serata un DJ-Set.

Il costo della degustazione è di 25 euro.

Dalle 11.00 alle 13.00, presso la Città del gusto di Roma, il workshop sull’abbinamento sake-cibo diretto da docenti giapponesi e dagli chef del Gambero Rosso.

KAMPAI SAKE FESTIVAL – 17 LUGLIO

Roma – ore 19.00 – 3.00
Location: Gasometro – ambiente dal design moderno, artistico e high tech smorzato dal romanticismo del Tevere (Lungotevere di Riva Ostiense, snc – accesso da Ponte della Scienza o da Via del Porto Fluviale – 00158 Roma)

Gasometro Kampai Sake Festival

Ospiti della serata Michihiko Miyazaki (il barman che ha conquistato il titolo di campione giapponese di Flair/Mixology – eleganza e sapienza nella miscelazione), accompagnato da Takemi Okamoto, lo specialista del Sake e Kazuhito Otsuka, secondo miglior barman del Giappone. A farsi valere nell’arte della miscelazione ci sarà anche Massimo Arpak, l’abilissimo barman della casa.

Per chi vuole approfondire l’argomento e imparare l’abc della mixology, dalle 15.00 alle 17.00 SAKE COCKTAILS SEMINAR a cura dei migliori barman giapponesi.

La manifestazione è ad ingresso libero – consumazioni a pagamento.

INFO
Città del gusto
Via Ottavio Gasparri 13/17, 00152 Roma
tel. 333 2190381
e-mail: marketing@gamberorosso.it

Matilde Vicenzi Pasticceria Temporary shop

Matilde Vicenzi addolcisce l’estate della capitale con un goloso Temporary Shop

logo vicenzi

MATILDE VICENZI IN STAZIONE A ROMA TERMINI
IL NUOVO TEMPORARY ACCOGLIE CITTADINI E VISITATORI
IN TRANSITO PER TUTTA L’ESTATE

In occasione dell’apertura della stagione estiva, in Stazione Termini, nel cuore della capitale, ha aperto “La Pasticceria di Matilde Vicenzi”, il Temporary Shop dell’omonimo brand veronese, simbolo della pasticceria premium in Italia e nel mondo.

Nell’area fronte binari, il viaggiatore viene catturato dal profumo del mondo di Matilde racchiuso in una location unica, che riproduce l’ambiente raffinato e accogliente di una pasticceria. Protagoniste indiscusse, le dolci specialità Matilde Vicenzi: delicate sfoglie e frolle ripiene di golosa crema, classici savoiardi e amaretti, che l’azienda propone ai numerosi frequentatori della Stazione capitolina, residenti, turisti italiani e stranieri, che saranno in transito nei prossimi mesi.

Matilde Vicenzi Pasticceria Temporary shopNon solo Roma è una delle mete più ambite che nello scorso anno ha avuto un indotto di quasi 6 miliardi di euro, al primo posto per la spesa turistica che registra + 7,2% (indagine di Bankitalia), ma la stazione Roma Termini rappresenta anche un importante punto di incontro altamente frequentato dagli stessi cittadini.

Un progetto di grande visibilità che il gruppo veronese ha voluto realizzare per celebrare i suoi 110 anni di storia: un traguardo significativo per l’azienda, ancora a conduzione familiare, che fa della tradizione il comune denominatore dell’eccellenza e della qualità nelle sue produzioni pasticcere.

A suggellare l’importanza di questo anniversario sono stati realizzati quattro esclusivi cofanetti regalo, contenenti le specialità di Matilde Vicenzi abbinate alle porcellane di design Seletti: un kit di eccellenza per la preparazione dei classici dolci della tradizione pasticcera italiana, come ad esempio il tiramisù.

“La Pasticceria di Matilde Vicenzi” è aperta a Roma in Stazione Termini, fino al 9 settembre, tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 22.Matilde Vicenzi Pasticceria Temporary shop

food truck festival

3-5 luglio – Roma Food Truck Fest: le migliori cucine su ruota arrivano nella Capitale

 

logo food truck festIl cibo, di qualità, su ruota: veloce da consumare e in modalità ‘street’. E’ questa la formula che animerà il Roma Food Truck Fest, promosso da Vinòforum e in programma dal 3 al 5 luglio presso i giardini del Lungotevere Maresciallo Diaz (Farnesina).

Una tre giorni ‘free entry’ per un Festival del cibo di strada che vedrà la partecipazione di 24 tra le migliori cucine su ruota di tutta Italia. A bordo di risto-furgoni ci si potrà imbattere dal fritto della Tuscia alla Puccia salentina, passando per un cult dello street food romano come pizza e mortazza, solo per citare alcuni esempi.

Il Roma Food Truck Fest offrirà la possibilità di conoscere da vicino le cucine più gustose: sarà un vero e proprio viaggio in lungo e in largo per l’Italia alla continua ricerca dei sapori, dedicato a chi vive il cibo come piacere e passione.

Ad accogliere i visitatori le aree ristoro allestite da Phom biodesign & progettazione, un’officina che punta sulla filosofia della sostenibilità ambientale e della cultura del riciclo. Non mancherà una zona riservata al beverage, dove si potranno degustare birre artigianali di primissima qualità.

Tra le cucine su ruota che parteciperanno al Roma Food Truck Fest ci sono: Gricia road, Beefry, Ape fritto, T-burger station the truck, La Frittoria, La Casa del tartufo di Acqualagna, La Panella, L’Appetito polpetteria su tre ruote, Zibo cuochi itineranti, Fuori di mente, Streat Food Civitavecchia, Norcinape, Moto Grill Guzzi, Fritto dorato, Agriturismo viaggiante, L’Antica farinata, Migliori olive all’ascolana, La Salentuccia e Pizza&mortazza.

Abbiamo deciso di promuovere il Roma Food Truck Fest per dare a tutti la possibilità di accostarsi al cibo in modo consapevole e all’insegna del buon gusto, con un giusto mix tra divertimento e ricerca dei sapori”, dichiara l’organizzatore e patron della manifestazione, Emiliano De Venuti.

COLPO D’OCCHIO SU ROMA FOOD TRUCK FEST

Organizzazione: Vinòforum Eventi srl
Date: 3-5 luglio, ingresso libero
orari: da venerdì a domenica dalle 17.00 alle 02.00
Organizzatore: Emiliano De Venuti
Info: info@vinoforum.it; web: www.romafoodtruckfest.it

I personaggi dell'Oasi nella Crescita® PLASMON nei grandi parchi di Roma e Milano 1

I personaggi dell’Oasi nella Crescita® PLASMON nei grandi parchi di Roma e Milano

Per i prossimi due weekend di Giugno, Plasmon sarà presente in 6 dei più importanti parchi di Roma (Villa Borghese, Villa Dora Pamphili e Villa Ada) e Milano (Parco Sempione, Parco don Giussani e Parco Indro Montanelli) per far conoscere alle mamme la qualità garantita Oasi nella Crescita® che da sempre fa di Plasmon la scelta giusta per l’alimentazione infantile. E lo farà attraverso uno spettacolo di marionette tratte dai personaggi del recente Cartoon Plasmon che, dopo alcuni passaggi televisivi sulle principali emittenti – RAI, Mediaset, Sky, Digitalia, sta ora letteralmente spopolando sui social network, a partire da Facebook.

I messaggi fondamentali dell’Oasi nella Crescita® Plasmon saranno dati direttamente dalla voce di questi personaggi: Grillo Dante, Mucca Bianca, Riccio Richi e i loro amici!
A seguito del divertente spettacolo di marionette per tutti i bambini ci sarà una golosa merenda a base di pouches alla frutta e biscotti Plasmon.
Infine, una miriade di palloncini arancioni come dono per i piccoli e la possibilità di scattare Photo Booth da condividere sui social Plasmon.

PlasmonIl programma completo è visibile dal 5 Giugno su www.oasialparco.it oppure su Facebook alla pagina Mamme e Plasmon.

Gli eventi sono curati dall’Agenzia T-Communication.

Oasi nella Crescita® è il marchio di garanzia degli straordinari livelli qualitativi delle materie prime utilizzate da Plasmon e perno di tutta l’attività di comunicazione e informazione alle mamme. Attraverso rigorose tecniche di selezione dei campi, avanzati metodi di coltura e allevamento e ferrei controlli lungo tutta la filiera, Plasmon garantisce più elevati standard di qualità e accompagna i bambini nella crescita per contribuire a renderla sana ed equilibrata.

Attraverso l’alimentazione dei primi anni di vita si determina la forza e la salute del bambino negli anni a venire.

Vinòforum 2015

Dal 12 al 21 giugno ritorna Vinòforum: il più grande parcogiochi del cibo e del vino

logo VinòforumDal 12 al 21 giugno ritorna Vinòforum: 2.500 etichette, 15 chef stellati, 25 temporary restaurant
Tra le novità di quest’anno la cucina sostenibile e lo spazio dedicato alla pizza
Anteprima con la ‘Roma Wine & Food Week’: oltre 600 eventi in città da domani fino all’11 giugno

 

Oltre 2.500 etichette vitivinicole, 15 chef stellati, 25 temporary restaurant, 11 maestri pizzaioli. Sono queste alcune delle attrazioni che animeranno il più grande parcogiochi del cibo e del vino: Vinòforum 2015.
Dal 12 al 21 giugno appuntamento con la 12esima edizione della kermesse dedicata al vino e al cibo di qualità nel tradizionale spazio del gusto del Lungotevere Maresciallo Diaz (Farnesina) a Roma. “Il coinvolgimento è il cardine della mission di Vinòforum – commenta Emiliano De Venuti, ceo e presidente dell’azienda – L’edizione 2015 vuole rafforzare questo intento: avvicinare le persone al vino e al cibo, appassionarle, incuriosirle, ma soprattutto aiutarle in quel percorso consapevole che dovrebbe contraddistinguere ogni scelta quotidiana”. È per questo che Vinòforum quest’anno si presenta ad ogni appassionato come un vero e proprio “parco divertimenti” in cui ognuno può trovare l’attrazione perfetta.

Vinòforum 2015
Assoluto protagonista il vino grazie alla partecipazione delle più conosciute aziende vitivinicole italiane ed internazionali, che presentano i loro prodotti attraverso degustazioni, eventi e incontri tecnici con un’attenzione particolare a tutti gli operatori del settore che avranno l’occasione di creare e sviluppare opportunità di business.
Si rinnova la partnership con la Fondazione Italiana Sommelier, presente con un’area dedicata alla cultura del vino, alla formazione e al piacere della degustazione con i minicorsi “A, B, C del Vino” in tre lezioni in grado di incuriosire e divertire tutti gli appassionati.
Immancabile l’appuntamento con ‘Cantine da chef’: chef stellati, accolti dall’oste di sala Arcangelo Dandini, proporranno i loro piatti, abbinati ad altrettante rinomate cantine. La cucina internazionale sarà rappresentata dallo chef Sudafricano Sacha Kingston in abbinamento si migliori vini del Sudafrica. Non mancherà un tocco di femminilità con Katia Maccari, seguita da Andrea Aprea, che abbinerà lo Champagne Perrier Jouet ai suoi piatti. Giuseppe Costa e i fratelli Christian e Manuel Costardi delizieranno i palati dei più fortunati scegliendo rispettivamente come compagni di viaggio i vini della cantina Duca di Salaparuta e Poggio al Tesoro.
Il 18 giugno a Vinòforum arriverà lo chef pluristellato Heinz Beck con i suoi piatti accompagnati dai vini di Domaine Vincent Girardin.
Il 19 giugno tocca a Francesco Apreda: i vini in accoppiata ai suoi piatti saranno quelli della cantina ‘Allegrini’.
Ad animare il “parcogiochi” di Vinòforum i temporary restaurant, dove si potranno degustare i piatti dei migliori ristoranti italiani a 4, 5 e 6 euro. La passarella è lunga e varia si inizia con Marzapane (Roma), L’Arcangelo (Roma), Secondo Tradizione (Roma), La Locanda del Poeta (Rieti), Pascucci al Porticciolo (Fiumicino), Aroma (Roma), San Pietro (Cetara), Flavio al Velavevodetto (Roma). Si continua con Casa Coppola (Roma), Il Tino (Ostia), Osteria 140 (Roma), L’Angolo d’Abruzzo (Carsoli).
Si finisce con Bistrot 64 (Roma), Settembrini Libri & Cucina (Roma), Trippini (Civitella del Lago), Osteria dell’Orologio (Fiumicino), Le Tamerici (Roma), Salotto Culinario (Roma),La Parolina (Trevignano), L’Oste della Bon’Ora (Grottaferrata).
Tra le novità di quest’anno lo spazio dedicato alla pizza: ogni sera un food show riservato a operatori del settore, giornalisti e appassionati: l’area dedicata alla pizza, sarà resa accessibile al grande pubblico per la degustazione della Regina delle tavole italiane. Gli 11 maestri pizzaioli che parteciperanno a Vinòforum rappresentano l’eccellenza dell’arte della pizza in Italia: Stefano Callegari (Roma), Gino Sorbillo (Napoli), Renato Bosco (Verona), Matteo Tambini (Faenza), Antonino Esposito (Sorrento), Enzo Coccia (Napoli), Edoardo Papa (Roma), Giancarlo Casa (Roma), Salvatore Di Matteo (Napoli), Corrado Scaglione (Monza
Brianza), Pino Arletto (Roma),
In linea con Expo, che patrocina tutta l’edizione 2015, Vinòforum vuole sensibilizzare ad un approccio più attento e sostenibile e lo fa invitando tutti gli chef presenti alla manifestazione a presentare almeno un piatto preparato in modo sostenibile per metodo di cottura, ingredienti e utilizzo delle materie prime.
E non solo, gran parte degli arredamenti della manifestazione saranno ecosostenibili grazie alla collaborazione con giovani aziende di interior design come Phom, Massimiliano Testa e Lab-87.
A sigillare l’impegno di Vinòforum verso l’ecosostenibilità un Emissions Counter attivo per tutta la durata della kermesse che rappresenterà istante per istante l’entità delle emissioni di CO2 evitate grazie alle misure di riduzione programmate.
L’anteprima di Vinòforum è iniziata venerdì 05/06, con il fuori salone della ‘Roma Wine & Food week’: fino all’11 giugno oltre 600 eventi in città. Ristoranti, enoteche, teatri, musei, scuole di cucina, gallerie d’arte e boutique daranno vita a un percorso alla scoperta del sapore e alla ricerca delle espressioni più genuine e innovative della nostra enogastronomia. Per la Roma Wine&Food Week tutti i migliori ristoranti della città presenteranno le loro proposte in abbinamento alle etichette vitivinicole italiane ed internazionali più conosciute del circuito Vinòforum. Menù stellati e non: ce n’è per tutti i gusti. Si inizia con ‘Sapori di Viaggio’ all’Imàgo, per chi vuole vivere un’esperienza indimenticabile firmata dallo chef stellato Francesco Apreda.
Per chi ama la cucina sostenibile, ampia scelta al Bistrot Bio con piatti improntati sul biologico certificato oppure da Abitudini e Follie con menù che invitano a un utilizzo sano e consapevole delle materie prime. Non mancheranno eventi vegetariani, vegan e senza glutine per dimostrare che anche una dieta diversa può essere gustosa. Il vino e il cibo troveranno spazio anche in posti meno consueti. Tra gli eventi in boutique ‘Gioielli da degustare’ di Cristiana Perali con la presentazione di gioielli ispirati al mondo del vino o ancora ‘Wine Make up’ da It Style con make up professionale e degustazione di un calice
selezionato.
Ogni tappa della Roma Wine & Food Week avrà sconti, vantaggi e benefit esclusivi: per accedervi i più appassionati potranno richiedere, gratuitamente e direttamente sul sito (www.romawinefoodweek.it), la Wine & Food Lovers Card.

COLPO D’OCCHIO SU VINÒFORUM
Organizzazione: Vinòforum Eventi srl; date: 12 – 21 giugno; biglietto: 16 euro. Il costo comprende calice da degustazione, n°10 degustazioni di vino, partecipazione agli eventi gratuiti previa prenotazione; orari: dalla domenica a giovedì dalle 19 alle 24 /venerdì e sabato dalle 19 alle 01; Organizzatore: Emiliano De Venuti; info: www.vinoforum.it

Wine&Food week

Dal 5 all’11 giugno ritorna la Vinòforum Roma Wine&Food week

Wine&Food WeekDal 5 all’11 giugno ritorna la Vinòforum Roma wine&food week: oltre 600 eventi in città

Ritorna, dal 5 all’11 giugno, la Roma wine&food week, il fuori salone di Vinòforum: oltre 600 eventi in città. Ristoranti, enoteche, teatri, musei, scuole di cucina, gallerie d’arte e boutique daranno vita a un percorso alla scoperta del sapore e alla ricerca delle espressioni più genuine e innovative della nostra enogastronomia. La Roma wine&food week precederà la 12esima edizione di Vinòforum, che ritorna nello Spazio del gusto del Lungotevere Farnesina dal 12 al 21 giugno. Per la Roma wine&food week tutti i migliori ristoranti della città presenteranno le loro proposte in abbinamento alle etichette vitivinicole italiane ed internazionali più conosciute del circuito Vinòforum. Menù stellati e non: ce n’è per tutti i gusti. Si inizia con ‘Sapori di Viaggio’ all’Imàgo, per chi vuole vivere un’esperienza indimenticabile firmata dallo chef stellato Francesco Apreda. Per chi ama la cucina sostenibile, ampia scelta al Bistrot Bio con piatti improntati sul biologico certificato oppure da Abitudini e Follie con menù che invitano a un utilizzo sano e consapevole delle materie prime. Non mancheranno eventi vegetariani, vegan e senza glutine per dimostrare che anche una dieta diversa può essere gustosa. Il vino e il cibo troveranno spazio anche in posti meno consueti. Tra gli eventi in boutique ‘Gioielli da degustare’ di Cristiana Perali con la presentazione di gioielli ispirati al mondo del vino o ancora ‘Wine Make up’ da It Style con make up professionale e degustazione di un calice selezionato. Infine, scuole e location dedicate saranno i luoghi dove adulti, bambini e genitori potranno seguire incontri con gli chef e corsi di cucina divertendosi ai fornelli e imparando a riconoscere la qualità delle materie prime. Ogni tappa della Roma Wine & Food Week avrà sconti, vantaggi e benefit esclusivi: per accedervi i più appassionati potranno richiedere, gratuitamente e direttamente sul sito http://www.romawinefoodweek.it, la Wine & Food Lovers Card. “Il coinvolgimento è il cardine della mission di Vinòforum”, commenta Emiliano De Venuti, ceo e presidente di Vinòforum. “La Roma wine&food week rafforza questo intento: avvicinare le persone al cibo e al vino, appassionarle, incuriosirle, ma soprattutto aiutarle in quel percorso consapevole che dovrebbe contraddistinguere le nostre scelte quotidiane”, aggiunge De Venuti.

COLPO D’OCCHIO SU VINÒFORUM

Organizzazione: Vinòforum Eventi srl; date: 12-21; biglietto: 16 euro dal lunedì alla domenica.
Il costo comprende bicchiere, sacchetta porta bicchiere; orari: dalla domenica a venerdì dalle 19 alle 24 / venerdì e sabato dalle 19 alle 01; Organizzatore: Emiliano De Venuti; info: www.vinoforum.it

Banco

Roma ci regala Banco, il fast food al naturale

Siete amanti della cucina salutare e dei prodotti bio, eppure non potete fare a meno di cadere in tentazione quando pensate ad un bel panino succulento dal richiamo ipnotico? Niente paura. A Roma potrete concedervi quel piccolo peccato di gola, senza sentirvi in colpa: è arrivato “Banco“, il fast food al naturale.

Banco

Banco nasce, appunto, come una brillante iniziativa per venire incontro a questa esigenza e per proporre un compromesso per sedare, una volta per tutte, l’eterno conflitto tra i puri piaceri del palato e il desiderio di mangiare sano per il nostro benessere e la nostra salute.

La parola fast food, da Banco, diventa quindi sinonimo di buono, ma anche sano, naturale e addirittura sostenibile (con il loro packaging totalmente compostabile).

Banco

 

Troverete hamburger realizzati con carni di alta qualità, vegetali accuratamente selezionati per le loro proprietà nutritive, persino le patatine sono biologiche e preparate in casa, così come le salse, fresche e genuine. Inoltre, gli ingredienti di base, come le stesse patate, le uova, i formaggi e le farine (integrali), provengono da aziende agricole biologiche; pesce e tonno sono nostrani, pescati nell’area FAO 37; lo zucchero è rigorosamente di canna (al naturale) e il cioccolato selezionato attraverso il commercio equo solidale.

Insomma, da Banco è possibile degustare i prodotti e le ricette tipiche dei fast food ma con una grande attenzione agli ingredienti e a chi potrebbe suggerire che tali prelibatezze sembrerebbero essere un privilegio dei soli “onnivori”, Banco risponde con diverse ricette pensate proprio per tutti, anche per i vegani.
Citiamo a titolo di esempio i “Vegan Rolls” (con hummus di ceci alle erbe, cavolo rosso marinato croccante, salsa senape ai mirtilli, insalata ricca con germogli, cruditées, frutta secca e semi misti) o i “Veggieburger” (preparati con lenticchie, olio di oliva e farina di ceci).

Banco

Non solo ingredienti genuini, ma anche background d’eccellenza: A capo del team di Banco abbiamo Pietro Platania, Chef appena ventiseienne diplomato all’Accademia del Cordon Bleu di Parigi e con un bagaglio carico d’esperienza presso ristoranti stellati.

Niente più dubbi o indecisione, dunque, e niente rinunce: Banco rappresenta una sorta di rivincita per tutti i fast food addicted che potranno, finalmente, cedere alla diabolica brama dell’hamburger e delle patatine ricevendo, oltretutto, un grazie non solo dal palato, ma anche dal corpo.