Tag Archive : proprietà benefiche

aceto di mele

Aceto di Mele: benessere, salute e bellezza

L’aceto di mele

Sulle straordinarie capacità dell’aceto di mele un autore inglese, Cyril Scott, ha scritto all’età di novant’anni un prontuario intitolato: “Per la tua salute l’aceto di mele”. Per Scott l’aceto è un “promotore della salute” perché influisce sul metabolismo e sui processi di prevenzione del nostro corpo. Se questi processi non vanno come devono andare succede che s’ingrassa, si perdono i capelli, si guastano i denti, si stancano gli occhi, scricchiolano le giunture e via elencando. Ora se in questi disturbi non c’è nulla di particolarmente grave – cosa che, evidentemente, spetta al medico stabilire – l’aceto di mele viene in soccorso. Ed ecco come, secondo Cyril Scott e altri autori.

Che cosa fa ingrassare? Un’alimentazione sbagliata con consumi eccessivi e incontrollati: consumi di grassi, di amidi, di alcool, ma anche di sale che, se non eliminato dal nostro corpo con le scorie, contribuisce al formarsi di cuscinetti adiposi. Poiché l’acqua rappresenta il 70% del nostro peso corporeo, la sua regolamentazione è fondamentale. Detto altrimenti, il liquido contenuto nel nostro organismo va mantenuto costante. E proprio questo fa l’aceto di mele. Due cucchiaini diluiti in un bicchier d’acqua e presi alla mattina appena alzati garantiscono una diminuzione di peso di tre chili al mese. Nei casi più tenaci si può ripetere la “cura” durante i pasti principali bevendo a piccoli sorsi lungo tutto il pasto. Una volta raggiunto il peso ideale, si continua a prendere un bicchiere al giorno di acqua e aceto di mele e questo, dice Scott, non solo mantiene il peso, ma serve alla salute in generale. Ricco, dunque, di potassio e oligoelementi, l’aceto di mele normalizza il liquido del nostro corpo, ovvero migliora il nostro metabolismo e porta a raggiungere quel “peso ideale” che si può collocare in 10% al di sotto del “peso normale”. Se quindi a una statura di 173 cm corrisponde un peso normale di 73 chili, il peso ideale sarà di 66 chili. Nei confronti del colesterolo, responsabile di problemi cardiovascolari anche gravi e molto gravi, l’aceto di mele si rivela un potente avversario. Infatti la pectina, cioè la fibra in esso contenuta, passa lentamente attraverso il sistema digerente legandosi al colesterolo e “trascinandolo” fuori dall’organismo.

Occhi stanchi, disturbati, infastiditi da una luce giudicata troppo forte? L’aceto di mele contiene quelle sostanze che sono importanti per la salute e il buon funzionamento degli occhi. Ma anche quando si attenuano le capacità uditive, l’aceto di mele può venire in soccorso. E per l’otorrea (flusso dalle orecchie) che si manifesta per mancanza di sali minerali, un semplice cucchiaino di aceto di mele diluito in un bicchier d’acqua, preso a metà mattina e a metà pomeriggio è molto efficace.

Aceto di MeleLaringiti, raucedine, forme (non gravi) di asma? Ci pensa l’aceto di mele che, nella fattispecie, può essere assunto per inalazioni: si riempie un recipiente fino all’altezza di circa 5 cm e lo si mette a scaldare fino a quando vaporizza. Inspirando, il vapore scioglie l’ostruzione delle narici, si placa l’infiammazione della mucosa, si eliminano i batteri. Nel caso di raucedine insistita è opportuno sciogliere un cucchiaino di aceto di mele in un bicchier d’acqua per poi gargarizzare anche a intervalli frequenti.

Per tossi subdole e insistenti che, manifestandosi al termine di un’infreddatura, solleticano la gola e impediscono il sonno, niente di più indicato che tenere sul comodino un bicchiere d’acqua dove sono stati diluiti due cucchiaini di aceto di mele.

Ma la tosse secca notturna si attenua anche spruzzando dell’aceto di mele sulla federa del cuscino.
Per laringiti acute un cucchiaino di aceto di mele in un mezzo bicchier d’acqua da prendere ogni mezz’ora per sette ore. Per
asme leggere, lo stesso: un cucchiaino di aceto di mele diluito in un bicchier d’acqua da sorseggiare per mezz’ora ripetendo il trattamento dopo una mezz’ora di pausa.
Per la mente e la memoria l’aceto di mele è un grande alleato. Perché dà forza e la ridà, fisica e psichica, a chi l’ha parzialmente perduta.

L’aceto di mele, insomma, fornendo una dose equilibrata di amminoacidi, vitamine e sali minerali, favorisce il più possibile e soprattutto il più a lungo possibile i processi vitali del nostro organismo ritardandone il decadimento. E farà bene, perciò, prenderne anche per questa ragione un cucchiaino diluito in un bicchier d’acqua da sorseggiare fra i pasti o durante gli stessi.

Una digestione difficile con senso di pesantezza e leggera nausea così come un’improvvisa allergia del nostro organismo verso un determinato alimento possono essere trattate ricorrendo all’aceto di mele. Se ne diluisce un cucchiaino in un bicchier d’acqua e si sorseggia poco per volta, a brevi intervalli, perché se lo stomaco è irritato mal sopporta un’ingestione di aceto fatta tutta in una volta.
Agendo come antisettico del tratto digestivo e dell’intestino, l’aceto di mele costituisce un metodo non solo ragionevole ma razionale per eliminare determinate anomalie. Così per le forme dissenteriche, che possono essere considerate il tentativo del nostro organismo di liberarsi da sostanze nocive, e per lo stato di debolezza generale che ne segue, la terapia a base di aceto di mele è particolarmente indicata (un cucchiaino diluito in un bicchier d’acqua che si berrà ai pasti, tra un pasto e l’altro e prima di coricarsi).

Ma l’aceto di mele è anche un rimedio epatico perché aiuta a disintossicare il fegato dalle sostanze che vi si accumulano espellendole dal nostro corpo. Senza effetti secondari nocivi, elimina inoltre i bruciori di stomaco e stimola la peristaltica intestinale.

Molti medici consigliano poi un uso regolare dell’aceto di mele per prevenire avvelenamenti di tipo alimentare, in particolare quando si visitano paesi stranieri o si è costretti a frequentare un ristorante dubbio. La dose consigliata è di un cucchiaio da tavola di aceto preso 30 minuti prima dei pasti e aggiunto a un bicchier d’acqua o a qualunque altra bevanda.
Se l’urina è troppo acida o troppo basica e provoca di conseguenza un maggior bisogno di urinare, va riportata alla normalità e questo è ciò che può fare benissimo l’aceto di mele assunto ai pasti principali (due cucchiaini in un bicchier d’acqua).
Se si perdono i capelli al di fuori di un certo periodo dell’anno in cui la caduta va considerata normale, è perché mancano i sali minerali: acido silicico, fosfato di calcio, cloruro di sodio (in piccole dosi). L’aceto di mele (un cucchiaino per bicchiere d’acqua) ha proprietà tali da reintegrare i sali mancanti e arrestare la caduta dei capelli nonché farli ricrescere più rapidamente e più folti. Per le unghie vale il discorso dei capelli. Se si rompono facilmente, se sono sottili, deboli, se perdono forza e consistenza, vuol dire che è in corso una disfunzione metabolica. L’aceto di mele, influendo sull’equilibrio minerale dell’organismo, fa tornare le unghie più forti.
L’aceto di mele fa bene ai
denti perché aumenta il tenore di calcio del nostro corpo. E previene la formazione del tartaro nonché la caduta dei denti. Il solito cucchiaino di aceto di mele diluito in un bicchiere d’acqua e via libera a sciacqui mattina e sera. Si otterrà una perfetta pulizia dei denti e, cosa che non disturba, un particolare loro splendore.
Qualche articolazione comincia a cigolare? E’ un momento che prima o dopo arriva. L’interessante è non perdersi d’animo e…….ricorrere all’aceto di mele (un cucchiaino in un bicchiere d’acqua ai pasti principali). Dopo un mese di “terapia” i primi miglioramenti. Se c’è una calcificazione della scapola, due mesi.
Ma perché le giunture scricchiolano? Perché nell’organismo vengono a mancare piccole quantità di cloruro di sodio. E come mai, con tutto il sale che consumiamo? Perché il sale isolato non è quello legato ad altri minerali. Così si può soffrire per carenza di sale pur consumandone in grande quantità. Se le vertigini, le cui origini possono essere diverse, non sono causate da disturbi gravi che tocca al medico accertare, l’aceto di mele (il solito cucchiaino in un bicchiere d’acqua ai pasti principali) porta a un miglioramento sensibile già dopo le prime quattro settimane.

www.ponti.com – info@ponti.com

cibo bellezza

Gustosi segreti di bellezza: 10 alimenti per apparire più giovani

Preoccupati dall’età che avanza? Dal timore che qualche ruga di troppo, una pelle spenta e qualche capello bianco possano intaccare la vostra bellezza?

È possibile allontanare queste comuni preoccupazioni comuni assumendo i cibi giusti.

Proprio così: un’alimentazione corretta non è soltanto una sana abitudine per mantenersi in salute e rafforzare il proprio sistema immunitario, ma può anche fornire alcuni vantaggi estetici per chi proprio non ce la fa ad accettare il naturale passare degli anni e desidera combattere l’insorgere delle rughe, mantenere i capelli lucenti e setosi e persino rafforzare le unghie fragili.

cibo bellezzaCiò che mangiamo influenza direttamente il nostro aspetto giorno per giorno e la dieta svolge un ruolo non secondario nel determinare la nostra “età apparente“.

Come sottolineato da professionisti del settore, come il Dr. Joshua Zeichner, MD, l’approccio migliore per salvaguardare la nostra bellezza e apparire più giovani è quello di rispettare un piano che comprende quelli che Zeichner definisce “i mattoni della pelle e dei capelli sani“. Attraverso l’alimentazione, infatti, è possibile assumere nutrienti, minerali, antiossidanti e altre sostanze utili a preservare il nostro corpo da stress ambientali dannosi che influiscono sull’invecchiamento.

Detto ciò, ecco 10 alimenti che non devono mancare nella vostra “cucina di bellezza

Caffè

Indispensabile per ricevere la giusta carica ogni mattina, secondo un recente rapporto del National Cancer Institute i composti bioattivi del caffè sono utili anche per proteggere la pelle dal melanoma, riscontrando la minore insorgenza di questo tipo di malattia nei soggetti che assumono maggiore quantità di caffè.
Lo ricordiamo: senza esagerare! Non vorrete certo incappare nelle controindicazioni derivanti da dosi eccessive!

Anguria

Frutto dell’estate per eccellenza, è ricchissimo di acqua e non solo è vitale per rinfrescarci dal caldo torrido e per ricaricarci di tutti i liquidi che perdiamo durante la giornata, ma il suo contenuto di licopene (isomero aciclico del betacarotene che conferisce al frutto il colore rosso) ha potenti proprietà antiossidanti e aiuta la pelle a ad abbronzarsi in modo sano, come sostegno (non sostituto) della dose necessaria di crema solare.
Inoltre, il licopene sembrerebbe contribuire a proteggere i polmoni dei fumatori o di chi vive in città particolarmente inquinate da sostanze tossiche.

Melograno

I semi di questa meraviglia di frutto sono ricchi di antiossidanti, come la vitamina C, che, oltre a potenziare il sistema immunitario, limita la secchezza della pelle e l’insorgere delle rughe, neutralizzando i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.
Ma il potenziale del frutto non finisce qui: nel “trattamento di bellezza” a base di melograno rientrano anche gli antociani (pigmenti idrosolubili appartenenti alla famiglia dei flavonoidi) che aiutano ad incrementare la produzione di collagene, per una pelle più elastica e resistente e l’acido ellagico, un polifenolo antiossidante utile nella prevenzione del cancro della pelle, del polmone e dell’esofago. Le sue proprietà antiossidanti ne fanno un ingrediente di prima scelta in campo cosmetico, soprattutto per i prodotti dermatologici.

Mirtilli

Piccoli ma consistenti, sono impareggiabili alleati della nostra bellezza. Ricchi di vitamina C ed E, irrorano l’organismo con le loro proprietà antiossidanti, combattendo l’azione dei radicali liberi e conferendo alla pelle lucentezza e vigore.

Aragosta

Ad alto contenuto di zinco, il mollusco ha proprietà anti-infiammatorie che possono aiutare a curare una serie di disturbi della pelle, inclusa l’acne.
Lo zinco, infatti, accelera il rinnovamento delle cellule della pelle, contribuendo a mantenerla giovane e liscia e limitando l’insorgere degli inestetismi che la deteriorano.

Cavolo

Tra le sue numerose proprietà benefiche, il cavolo supporta anche la nostra naturale bellezza, grazie al contenuto di vitamina K un bioflavonoide antiossidante, in grado di rinforzare la parete dei piccoli vasi e di diminuirne la permeabilità limitando l’insorgere delle occhiaie.
Inoltre, il suo contenuto di ferro aiuta a far apparire la pelle meno pallida.
Per massimizzare i risultati, consigliamo di assumere il cavolo nella sua versione cotta.

Uova

La resistenza delle unghie dipende dalle proteine. Un deficit di queste sostanze può renderle deboli, minandone la bellezza. Per scongiurare questo tipo di problema, una buona soluzione può essere quella di assumere alimenti ricchi di proteine, come le uova. Esse, infatti, sono una buona fonte di biotina, una vitamina del complesso B che metabolizza gli amminoacidi, che sono i mattoni delle proteine.

Noci

Le noci sono un alleato per la bellezza dei nostri capelli.
Sono ricche di Omega-3, che mantengono il capello idratato, e di vitamina E che aiuta a riparare i follicoli danneggiati. E’ sufficiente assumerne 1/4 di tazza al giorno. Come se non bastasse, le noci sono ricche di rame, che aiuta a mantenere vivace e lucente il colore naturale della nostra chioma: da alcuni studi è emerso che una carenza di rame sembrerebbe influire sull’insorgere prematuro dei capelli bianchi.

Melone

Il melone di cantalupo, contiene betacarotene, precursore della vitamina A, che regola il rinnovo cellulare della pelle sul cuoio capelluto e la produzione di sebo, scongiurando i rischi di secchezza cutanea.

Estratto di tè verde

Dal gusto intenso e rilassante, il tè verde è potente alleato per la nostra bellezza: grazie alla sua elevata concentrazione di polifenoli, il tè verde possiede proprietà antiossidanti che contribuiscono a rendere la pelle più resistente e più giovane.

capelli sani alimentazione

Il benessere dei capelli dipende anche dall’alimentazione

Il benessere dei capelli è strettamente collegato a ciò che mangiamo. Un’alimentazione povera dei nutrienti che influiscono sulla salute dei capelli, finirebbe per renderli fragili e sottili, favorendo la comparsa di doppie punte.

E’ ovvio che la corretta alimentazione è certamente di aiuto, ma costituisce soltanto uno degli innumerevoli fattori che influenzano lo stato della nostra chioma e non garantisce la protezione completa dai rischi di eventuali problemi o patologie del cuoio capelluto.

In ogni caso, assumere determinati tipi di alimenti non farà certo male ai vostri capelli, anzi: li aiuterete a crescere sani e belli in modo naturale e… gustoso!

Vediamo nel dettaglio ciò di cui i capelli sono ghiotti per capire cosa mangiare per soddisfare il loro “appetito”:

PROTEINE E AMMINOACIDI. Cistina e lisina sono due aminoacidi essenziali per la sintetizzazione della cheratina che costituisce e rinforza i capelli. Inoltre, taurina e arginina che contribuiscono al nutrimento dei bulbi.
Gli alimenti ideali per fornire il giusto apporto di queste sostanze sono le uova, la carne rossa e il pesce (quest’ultimo può essere consumato senza problemi più volte alla settimana).

capelli tinteVITAMINE. Le vitamine, si sa, sono vitali per l’organismo e il suo benessere; di conseguenza, anche la salute dei capelli deriva dal giusto apporto di queste sostanze.

La vitamina A fa bene persino alla pelle, e abbonda nel tuorlo d’uovo, nei pesci grassi, nelle verdure a foglia verde e nel fegato.

Le vitamine del gruppo B sono importantissime poiché non siamo in grado di produrle autonomamente e il loro contributo alla salute dei capelli è notevole in quanto regolano il metabolismo del follicolo pilifero. Nello specifico:

  • La vitamina B1 aiuta i capelli a crescere sani e robusti. I legumi ne sono ricchi.
  • La vitamina B2 favorisce la produzione di sebo da parte dei capelli, rendendoli più lucenti e scongiurando i problemi di secchezza della cute. Per rifornire i vostri capelli di queste vitamine, assumete uova, latticini, broccoli e fagiolini.
  • La vitamina B3 ristruttura il capello e  ne favorisce il corretto funzionamento metabolico.  Alimenti che la contengono sono carne, pesce, cereali, latticini, frutta secca in guscio, legumi
  • La vitamina B5 dona lucentezza ai capelli sfibrati e combatte le doppie punte. La ritroviamo nelle uova, nelle arachidi, nei funghi, nel fegato e nei broccoli.
  • La vitamina B9 è fondamentale per la sintesi delle proteine, tra cui la cheratina. La sua carenza causa la caduta abbondante di capelli.
  • La vitamina B12 ossigena il bulbo pilifero a vantaggio di una crescita sana del capello e si trova nel pesce, nella carne rossa, nelle uova, nei formaggi e nei latticini in generale.

La vitamina E, che abbonda nei cereali integrali, contrasta i radicali liberi, responsabili del deterioramento cellulare e della caduta dei capelli.

Infine, i nostri capelli sembrano essere ghiotti anche di vitamina H, che ne stimola infatti la crescita. Si può trovare nelle uova, nel pollo, negli spinaci e nelle arachidi

OLIGOELEMENTI. Così come le vitamine, anche i minerali sono di vitale importanza per la salute del nostro organismo e, quindi anche per quella dei capelli.

  • Ferro. Presente nella carne rossa, negli spinaci e nella frutta, nutre la cute e il cuoio capelluto. Inoltre, limita l’insorgenza dei capelli bianchi.
  • Magnesio. Presente nelle verdure e negli arachidi, favorisce la ricrescita dei capelli (anche se magari d’estate preferireste che non fosse poi così rigogliosa!).
  • Zinco. Anch’esso favorisce la crescita dei capelli e riduce la loro caduta. Questa sostanza può essere assorbita assumendo carne e pesce.
  • Zolfo. Presente nelle carni bianche, nel fegato e nel prosciutto, dona nuova energia ai capelli sfibrati e indeboliti.

Questi piccoli accorgimenti, accompagnati da un’alimentazione bilanciata e da attività rilassanti per minimizzare lo stress quotidiano (che è uno dei responsabili del malessere dei capelli) vi aiuteranno a sfoggiare una chioma invidiabile e i vostri capelli vi ringrazieranno!

 

limone bellezza

Il limone: più sani e belli grazie alle sue proprietà depurative

Chi non apprezza la vista di un bell’albero di limone il cui giallo intenso ci trasmette carica ed energia e il cui profumo, acre e inconfondibile, ci rimanda a sapori di altri tempi e alla vita di campagna.

Ebbene, le meraviglie di questo frutto non si limitano alla bellezza della sua pianta, tutta da immortalare, ma si traducono anche in effetti benefici per il nostro organismo: il limone, infatti, grazie alle sue proprietà disintossicanti, aiuta ad eliminare le tossine in eccesso e con la vitamina C, di cui è ricco, stimola e rafforza le nostre difese immunitarie.

L’azione depurativa del limone: come funziona?

PURIFICA L’ORGANISMO. Per sfruttare al meglio le sue proprietà disintossicanti, l’ideale sarebbe bere acqua calda aromatizzata con succo di limone. Contro ogni aspettativa, dato il caratteristico sapore acidulo del frutto, il limone assunto in questo modo svolge invece un’azione alcalinizzante che interviene contro l’acidosi, depura l’apparato gastrointestinale, aiuta il drenaggio epatico e purifica i reni, favorendo l’eliminazione delle tossine.

REGOLARIZZA L’INTESTINO. Come se non bastasse, il limone aiuta a regolarizzare l’intestino sia in caso di stitichezza, sia in caso di dissenteria: spesso si ritiene che il limone abbia un’azione astringente. Ma non è così. La bevanda a base di acqua e limone è indicata per entrambi i disturbi intestinali: nel primo caso ha un’azione emolliente sulle feci che stimola l’evacuazione; nel secondo caso ha un’azione disinfettante e battericida, ed è questo il motivo (e non l’azione astringente) per il quale il limone viene consigliato quando si presenta questo tipo di problema.

STIMOLA IL METABOLISMO E LA PERDITA DI PESO. Per la gioia di chi cerca di perdere qualche chilo di troppo in vista della “passerella” sul bagnasciuga, sappiate che il limone potrà aiutarvi a raggiungere l’obiettivo: se assunto come indicato, esso stimola dolcemente il metabolismo, favorendo la perdita di peso in eccesso.

limoneGli altri vantaggi del limone

AZIONE ANTIOSSIDANTE. L’alto contenuto di vitamina C conferisce al limone ottime proprietà antiossidanti, che lo rendono un validissimo alleato contro l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e delle malattie degenerative.

RICARICA VITAMINICA. Il limone favorisce l’apporto di vitamina A, B, PP, fosforo, calcio, rame, manganese e zuccheri ricaricandoci nei momenti di spossatezza cui, per altro, saremo particolarmente esposti in questa stagione di caldo torrido.

UN ANTIBATTERICO NATURALE. Il limone vanta proprietà antibatteriche e antimicrobiche, e viene spesso utilizzato come “rimedio della nonna” (che funziona sempre!) per disinfettare e curare piccole ferite che riportiamo sulla pelle.

UN ALLEATO PER LA NOSTRA BELLEZZA. Se assunto regolarmente, il limone può diventare l’elemento per un trattamento benessere al naturale: esso infatti rende la pelle più sana e luminosa e dona lucentezza ai capelli e persino alle unghie. Inoltre, favorendo la digestione, ci fa sentire più leggeri e aiuta perfino a combattere l’alitosi.

succo di carota

CÉRÉAL SUCCO DI CAROTE bio: benessere e bontà per prepararsi al sole

Céréal bio logo

Céréal Succo di Carote Bio appartiene alla linea Nutrizione specifica, una linea dedicata alle esigenze nutrizionali e al benessere.

I prodotti di questa particolare linea sono in grado di coniugare qualità e sicurezza nella scelta di tutti gli ingredienti e specialmente delle materie prime principali, consentendo di trovare così un’adeguata risposta alle diverse esigenze alimentari.

Succo di carota Céréal bioCéréal Succo di Carote Bio, dal sapore semplice e naturale, contiene il 99% di succo di carote provenienti da agricoltura biologica.
Rinfrescante e senza zuccheri aggiunti è naturalmente ricco di betacarotene.
Il Betacarotene contenuto nelle carote ha una funzione protettiva sulla nostra pelle proteggendola da stress ossidativi (radiazioni UV, fumo ed agenti chimici).

Céréal Succo di Carote Bio costituisce, inoltre, una gustosa alternativa tutta da bere alla verdura, un modo piacevolmente diverso per garantire benessere all’organismo in ogni momento della giornata.

Céréal Succo di Carote Bio – Scheda prodotto

Il sapore naturale di Céréal Succo di Carote Bio permette di ritrovare il sapore dell’orto in ogni periodo dell’anno. Le carote provengono da agricoltura biologica e vengono raccolte solo nei giusti giorni di maturazione, per offrire un succo tutto naturale da assaporare in ogni momento della giornata.
Gradevole e nutriente, Céréal Succo di Carote Bio può essere gustato anche con poche gocce di limone e un pizzico di sale, per dissetare in maniera sana ed equilibrata.

Valori nutrizionali medi (Per 100 ml di prodotto)

Valore energetico

28 kcal

119 kJ

Proteine

0,7 g

Carboidrati

6,0 g

Grassi

0,0 g

Betacarotene (Provitamina A)

5,6 mg*

* pari a 930 mcg di Vitamina A (116% della Razione Giornaliera Raccomandata)

Gamma:

Il momento dei succhi Céréal è ricco di proposte:

  • Succo di Carote Bio, con il 99% di succo di carote provenienti da agricoltura biologica, senza zucchero aggiunto, è una bevanda fresca e naturale ricca di betacarotene per preparare la tua esposizione al sole.
  • Succo di Mirtilli Bio, senza alcuna aggiunta di zucchero, può essere gustato puro, come base per bevande, oppure in aggiunta a macedonie di frutta, yogurt o ricotta, per dare un tocco di gusto in più. Genuino, gustoso e nutriente, Céréal Succo di Mirtilli Bio è benessere in bottiglia, per avere sempre a portata di mano un sorso di buona frutta.
  • Succo di Prugne è un prodotto sano e naturale al 100%, ottenuto da frutti appena colti, sani e maturi. La genuinità del prodotto è garantita anche dalla totale assenza di additivi. Le proprietà rinfrescanti della prugna e gli zuccheri naturalmente presenti nel frutto rendono Céréal Succo di Prugne una bevanda gradevole, energetica e dissetante che conserva inalterate tutte le preziose qualità del frutto fresco.

Confezione e Prezzi:

Succo di Carote Bio 750ml 3,20 €

 

in vendita nella GRANDE DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA

Per informazioni: www.prodotticereal.it

dieta

Alle prese con la prova costume? 10 alimenti da includere nella vostra dieta brucia grassi

Siamo ormai agli sgoccioli e il caldo tropicale di questi giorni non ci dà tregua, al punto che vorremmo solo gettarci in acqua e stare a mollo per godere della sua freschezza rigenerante. Ma quando pensiamo al mare e alla spiaggia, ci torna sempre in mente il “dramma” della prova costume che funge spesso da deterrente.

Per chi ritiene di dover perdere ancora qualche chiletto qua e là per sentirsi soddisfatto e piacersi, abbiamo già parlato degli alimenti che sono da evitare per non rischiare di ottenere l’effetto opposto e questa volta vi diamo qualche consiglio sugli alimenti ideali da assumere per bruciare i grassi in eccesso.

Ricordiamo, come sempre, che la corretta alimentazione deve sempre coincidere con il giusto apporto di nutrienti e sali minerali e che è sempre bene integrare con della sana attività fisica grazie alla quale non solo vi rassoderete e vi sentirete in forma, ma farete anche un grande favore alla vostra salute (naturalmente nei limiti delle vostre possibilità e senza esagerare).

Ciò premesso, vediamo insieme quali alimenti gustare nella nostra estate per superare a pieni voti la prova costume:

mela brucia grassi1. LA MELA

Una mela al giorno toglie il medico di torno. Nulla di più vero! Mangiare mele non solo aiuta la nostra salute, ma ci supporta anche nel mantenimento del peso forma: quando assunta, la mela innalza in modo graduale e salutare il livello di glucosio nel sangue e, come diretta conseguenza di questo processo, ci fa sentire sazi più a lungo, limitando gli attacchi di appetito causati da un calo di zuccheri che finiscono per farci ingurgitare qualsiasi cosa ci capiti a tiro.
Inoltre, la mela è povera di calorie, sodio, e grassi saturi, quindi i suoi effetti determinano anche un abbassamento del livello di colesterolo nel sangue e la riduzione della pressione arteriosa.

Ananas brucia grassi2. L’ANANAS

Frutto che si presta per tutti i tipi di dessert e macedonie estive, l’ananas è conosciuto come “cibo brucia grassi” grazie alla bromelina, un enzima proteolitico. Grazie a questo enzima, le proteine ingerite vengono “scisse e frammentate” nel nostro stomaco, rendendo più agevole la digestione e rallentando l’assimilazione dei grassi.
La bromelina, inoltre, ha un forte potere diuretico, che rende l’ananas un alleato perfetto contro gli inestetismi della cellulite.
Al di là delle sue proprietà che influiscono sul nostro peso forma, l’ananas porta altri numerosi benefici all’organismo: è un buon antiinfiammatorio e, perfetta per l’estate, è alleata della nostra pelle e dell’abbronzatura.

legumi3. LEGUMI

Sono una delle migliori fonti di proteine vegetali e contengono pochissimi grassi, molto potassio e un basso livello di sodio. Sedano rapidamente la fame e favoriscono la digestione e la naturale regolarità grazie al loro elevato contenuto di fibre.

Broccoli brucia grassi4. I BROCCOLI

I broccoli sono l’alimento ideale per dare uno scossone al metabolismo e favorire la diuresi, il corretto funzionamento intestinale e l’eliminazione di tossine. Contengono pochissime calorie ma hanno un altissimo valore nutritivo. Come se non bastasse, sono considerati l’alleato vegetale numero uno contro il cancro.

salmone brucia grassi5. SALMONE (e il pesce in generale)

Il salmone in primis, ma in generale tutti i tipi di pesce, a dispetto di ciò che si potrebbe pensare è un ottimo alleato per la nostra dieta poiché contiene pochissime calorie, può essere mangiato senza problemi diverse volte nel corso della settimana e possiede impareggiabili proprietà benefiche per il nostro organismo. E’ infatti ricco di Omega3, fluidifica il sangue, riducendo la pressione sanguigna e abbassa i livelli di colesterolo. Approfittatene!

frutta Frutti di Bosco6. FRAGOLE E FRUTTI DI BOSCO

Le fragole e i frutti di bosco in generale sono ideali per perdere peso. Hanno un buon contenuto di fibre e fanno assorbire meno calorie di quante ne vengono ingerite. Contengono, inoltre, uno zucchero naturale, il fruttosio che soddisfa il desiderio di dolce in modo leggero e salutare. Le loro proprietà depurative, infine, le rendono un valido alleato contro la cellulite.

cereali brucia grassi7. CEREALI

Perfetti per una gustosa colazione fresca e leggera, i cereali sono degli ottimi alleati per la dieta perché saziano senza ingrassare, grazie al loro basso contenuto di grassi e calorie e, al contempo, forniscono un buon quantitativo di fibre e proteine che aiutano il metabolismo e favoriscono la naturale regolarità.

peperoncino8. PEPERONCINO

Facendo attenzione a non assumerne in quantità eccessive per scongiurare effetti collaterali poco piacevoli, il peperoncino è un valido alleato della vostra dieta grazie alla sua capacità di accelerare il metabolismo. Inoltre, è ricco di vitamine A e C, di calcio, di fosforo, ferro, magnesio e fibre, ed è povero di grassi e di sodio. E’ infine presente nella lista dei cibi considerati afrodisiaci, quindi darà pepe ai vostri piatti, ma non solo!

te verde9. TE’ VERDE

Un’alternativa alla monotonia, il tè verde è un ottimo alleato per la nostra salute e per la nostra forma fisica. Esso, infatti, contiene catechine che hanno proprietà antiossidanti e favoriscono il metabolismo bruciando calorie. Bere tè verde aiuta quindi a mantenersi più giovani, sani e belli.

cipolle10. CIPOLLE

Sfortunatamente non aiutano i rapporti interpersonali dopo un’abbuffata, ma se non avete in programma attività social, le cipolle sono un inaspettato supporto alla nostra dieta “brucia grassi” grazie al loro contenuto di fitoestrogeni che aiutano la diuresi, l’eliminazione di tossine e dei liquidi in eccesso responsabili della cellulite.
Inoltre, contengono pochissime calorie, aiutano a controllare il colesterolo e fluidificano il sangue, favorendo la circolazione.

ginsea e orzea di Eraclea

GinsEA E OrzEA: le shakerate Eraclea per una pausa fresca e rigenerante

Eraclea Logo

Per l’Estate 2015 Eracle propone la fresca ricetta shakerata di GinsEA e OrzEA: due bevande, dalle proprietà rigeneranti e dall’aroma intenso che, con l’energia del ginseng e il nutrimento dell’orzo, offrono una pausa all’insegna del gusto e del benessere.

Con GinsEA e OrzEA Eraclea è facile preparare fresche bevande shakerate, per rendere ogni pausa ancora più dolce e rigenerante. Basta erogare una dose di tazza piccola del prodotto desiderato servendosi della pratica macchina Eraclea ideale per chi ha consumi elevati; aggiungere quindi 4 cubetti di ghiaccio e ½ misurino di glucosio liquido; shakerare energicamente e servire.

GinsEA Eraclea è una ricercata ed esclusiva gamma di bevande al caffè e ginseng solubile in polvere, che unisce alla carica del caffè tutta la vitalità naturale del ginseng: un gusto ricco e avvolgente che trasforma una piccola pausa in un’esperienza rigenerante ed energizzante.

Ginsea e orzeaLa radice di ginseng è un vero e proprio tonico naturale, dalle proprietà antiossidanti e ricostituenti. La sua fama risale a più di 4000 anni fa quando l’imperatore cinese Shen fece rientrare questa “prodigiosa” radice tra le più importanti piante reali. Oggi è sempre più popolare nel nostro Paese tanto da vantare una maggiore richiesta nei bar come bevanda alternativa al classico caffè.

Con GinsEA il barista ha la possibilità di esaudire le richieste di gusto ed energia dei suoi clienti in ogni momento della giornata.

Dalla ricerca di sapori ricchi e preziosi, nasce invece OrzEA una ricercata ed esclusiva gamma di orzo solubile in polvere dal gusto ricco e corposo, naturale e rinfrescante, ideale per arricchire ogni momento della giornata di benessere e genuinità. Gustoso e salutare, diventa al bar il sostituto naturale per eccellenza al classico caffè.

L’orzo è una tra le piante più ricche e preziose di proprietà benefiche conosciute sin dai tempi più antichi. Ricco di proteine e sali minerali, risponde alle tendenze di naturalità e benessere del momento ed incontra il gusto di tutti, soprattutto di coloro che desiderano uno stile di vita sano. Nata per dare al barista la possibilità di esaudire le richieste di gusto e genuinità dei suoi clienti,

GinsEA e OrzEA sono ottimi da servire shakerati, ma possono essere assaporati da soli o come base di gustosi cappuccini. Oltre al servizio di tazze in porcellana finemente decorate, per la preparazione shakerata Eraclea propone eleganti bicchieri in vetro e shaker. Non manca il raffinato materiale di comunicazione per tutto il bar, dal Quadro da banco, alla Promocard.

Betacarotene: gli alimenti che fanno bene alla salute e...all'abbronzatura! 1

Betacarotene: gli alimenti che fanno bene alla salute e…all’abbronzatura!

Pronti per l’estate?Alle prese con la prova costume, sorge un altro dilemma: come ottenere un’abbronzatura perfetta senza rischiare di diventare peperoni dalla pelle bruciata e rinsecchita.

In nostro aiuto arriva, come sempre, Madre Natura che ha una soluzione anche per questo.

Molti alimenti contengono betacarotene, un pigmento arancione contenuto in molte varietà di frutta e verdura a cui conferisce un colore che varia dal giallo al rosso.
Ne sono particolarmente ricchi le albicocche, i meloni, le arance, le pesche, i cachi, le carote, la zucca gialla, i pomodori, ma anche gli spinaci, la cicoria, le rape e i broccoli.

betacaroteneIl betacarotene può essere considerato un ottimo fotoprotettore, specialmente per le pelli chiare. Se assunto per bocca gustando a piacimento gli alimenti che lo contengono, esso conferisce alla cute un caratteristico colore arancione dorato.
Badate bene: non stimola l’abbronzatura (di questo si occupa la melanina) ma può contribuire a proteggere chi ha la pelle molto chiara per ridurre le reazioni di fotosensibilità nei periodi di esposizione al sole.

E’ importante sottolineare, però, che le sue proprietà costituiscono un supporto integrativo e, da sole, non forniscono protezione alcuna contro i raggi ultravioletti.
Di conseguenza, l’assunzione di betacarotene non deve esimervi dall’utilizzo di adeguati filtri solari.

In questo modo, con piccoli accorgimenti, otterrete una pelle dal colore dorato che farà invidia a tutti, senza sacrificare la salute esponendovi ai rischi dei raggi UV.

Come incentivo non vi basta?

Sappiate, allora, che il betacarotene, nell’ambito di un’alimentazione varia ed equilibrata che garantisca il giusto apporto di nutrienti ed altri elementi essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo, supporta un’azione antiossidante, in grado di neutralizzare almeno in parte i “radicali liberi”, ed offre un certo grado di protezione nei confronti delle malattie cardiovascolari e di alcuni tipi di tumore.

Che altro aggiungere? Godetevi l’estate e l’abbronzatura!

 

 

infuso tiglio

Problemi di insonnia o stati d’ansia? Una tisana ai fiori di tiglio è un ottimo rimedio

Soffrite di insonnia e stress cronico? Siete spesso colti da stati d’ansia o leggeri attacchi di panico? Un po’ di relax gioverebbe sicuramente alla vostra salute e per aiutarvi a stimolare la distensione necessaria per guadagnare un po’ di calma, una tisana ai fiori di tiglio potrebbe fare al caso vostro, per rilassarvi dopo una pressante giornata di lavoro o di studio (specialmente nel periodo degli esami).

Storicamente impiegato dalla medicina tradizionale come rimedio per la febbre e per ridurre i sintomi degli stati di malessere più comuni,  oggi è anche considerato un ottimo rimedio naturale per contrastare gli effetti dell’insonnia, il nervosismo e la tachicardia spesso associati a condizioni prolungate di stress, grazie alle sue proprietà ansiolitiche e alla sua azione rilassante che agisce sul sistema circolatorio determinando un abbassamento della pressione.

Nelle foglie e nei fiori di tiglio sono presenti flavonoidi (che agiscono come utili antiossidanti), cumarine, oli essenziali, mucillaggini (ideali per combattere le infiammazioni), e tannini (dalle proprietà astringenti, ideali contro congestioni nasali, tosse e catarro).
Inoltre, come se non bastasse, il tiglio è un ottimo antispasmodico che aiuta a rilassare lo stomaco e a limitare il gonfiore addominale, riducendo il dolore e il malessere.

tiglio tisanaLe sue proprietà eccezionali e versatili lo rendono un ottimo alleato per la nostra salute e il nostro benessere.
Le foglie di tiglio, infatti, si prestano ai più svariati utilizzi, dalle semplici tisane per un’azione distensiva e sedativa fino all’impiego dei loro oli essenziali da aggiungere all’acqua per un bagno rilassante per favorire il sonno.
Il tiglio è, inoltre, ideale per creare impacchi per gli occhi stanchi ed è un ottimo tonico per la pulizia del viso.