Tag Archive : social

Vacanza con gli amici? Basta con la classica e scomoda “cassa comune”... Oggi c'è Pay&Share! 1

Vacanza con gli amici? Basta con la classica e scomoda “cassa comune”… Oggi c’è Pay&Share!

Logo Pay&Share

Vacanza in barca con gli amici? Basta con la classica e scomoda “cassa comune”… Oggi c’è Pay&Share!

Chi ama la barca, adora sentirsi a contatto con la natura trascorrendo il tempo all’insegna della semplicità e del relax: sono il mare e il vento a scandire il ritmo delle giornate! Una vacanza estiva in barca con gli amici è molto divertente… insieme a condividere un piccolo spazio, dove si prende il sole, si eseguono manovre coordinate dallo skipper, si mangia e si scherza. C’è però anche la condivisione delle spese: charter, trasporti, carburante, cambusa, ormeggio in porto, eventuali ristoranti sulla terra ferma… Tenere tutti i conti facendo la tradizionale “cassa comune” può risultare scomodo ed essere causa di spiacevoli incomprensioni nel gruppo, rovinando in alcuni casi una bellissima vacanza…

Barche a vela pay&share

Pay&Share 3.0!
L’app che gestisce le tue spese
è
disponibile per dispositivi iOS, Android e Blackberry!

Pay&Share, l’applicazione nata per organizzare e gestire tutte le spese comuni, è giunta alla versione 3.0, programmata per garantire massime performance ed essere multi-piattaforma: compatibile non solo con gli Apple devices, ma anche con i dispositivi Android e Blackberry10!

Pay&Share 3.0 è l’alternativa più efficace alla tradizionale cassa comune! In tutte le situazioni in cui ci sono condivisioni di spese, come nel caso di vacanze di gruppo, convivenze, feste o cene in compagnia, Pay&Share gestisce i conti per tutti, semplificando la vita ed evitando possibili incomprensioni fra amici. Ognuno saprà in tempo reale a quanto ammonta il suo debito e a quale componente del gruppo dovrà restituire i soldi. Non si deve fare altro che scaricare l’app sul proprio dispositivo Apple, Android o Blackberry10, creare gli eventi, inserire i partecipanti e le singole spese, indicando chi le ha sostenute e per conto di chi: al resto ci pensa Pay&Share 3.0, che con un semplice tasto invia a tutti un report dettagliato con dare e avere di ciascuno.

Pay&Share smartphone

Fra le caratteristiche di spicco di Pay&Share 3.0 vi sono anche una grafica in linea con le ultime tendenze dei sistemi operativi, e la suddivisione in 4 livelli di licenza dell’app! A partire dal livello starterscaricabile gratuitamente – sarà possibile implementare le funzionalità di Pay&Share 3.0 attraverso un sistema In app Purchase, fino ad ottenere la più completa licenza Premium!

Basta con la classica e scomoda cassa comune…
Oggi c’è Pay&Share 3.0!

CARATTERISTICHE TECNICHE.

Con Pay&Share 3.0 è possibile creare un evento, ad esempio una vacanza, e inserire i partecipanti selezionandoli direttamente dalla lista dell’applicazione o dalla rubrica del proprio dispositivo Apple, Android o Balckberry10.

Pay&Share 3.0 funziona offline: la connessione è necessaria solo per condividere le spese con gli altri o effettuare il backup, ed è possibile effettuare la sincronizzazione in modalità manuale oppure automatica. Per garantire un controllo maggiore sulle proprie spese telefoniche, in caso di connessione da cellulare un alert chiede all’utente se proseguire o annullare la sincronizzazione, al fine di evitare i costi di roaming.

Una funzione esclusiva di P&S 3.0 è la possibilità di invitare ed essere invitati a condividere gli Eventi a cui si partecipa e così, attraverso un servizio “cloud”, possono essere create e visualizzate le spese dell’Evento sincronizzando tutti i dispositivi. Gli invitati potranno però agire direttamente solo sulle spese da loro inserite: il controllo completo dell’evento rimane all’amministratore dell’evento stesso, colui che ha invitato gli altri. È anche presente la funzione “disinvito” per bloccare un invitato, il quale può anche in prima persona smettere di seguire l’evento.

L’applicazione è performante e veloce, multilingua (italiano e inglese), multi-piattaforma e supporta infinite valute straniere con relativi cambi. Grafica gradevole e moderna, in linea con il nuovo sistema operativo iOS7!

GESTIONE DELLE SPESE.

Con Pay&Share 3.0 è possibile creare e gestire un numero infinito di eventi, a cui associare infinite spese, le cui descrizioni possono essere copiate anche da altri eventi effettuati in precedenza (stessa cosa vale per i partecipanti e per le valute). La geolocalizzazione di ogni spesa consente di poterla successivamente visualizzare sulle mappe.

L’interfaccia è intuitiva ed elegante per tutte le operazioni, ogni spesa può essere inserita con la massima facilità, indicando chi l’ha sostenuta e per conto di chi: il tutto all’interno di una sola scheda e in pochi secondi! È possibile inoltre inserire una “nota”personale per ogni spesa per ricordare un giudizio su un locale o condividere commenti con gli amici invitati!

Oltre alle spese, è possibile inserire anche trasferimenti di denaro tra le persone, come prestiti o saldi (che non contribuiscono ai costi totali dell’evento). Si può inoltre impostare un coefficiente per ogni partecipante: le ragazze ad esempio potrebbero avere coefficiente 0,5 per pagare sempre la metà dei conti 😉 Nel caso poi che qualcuno paghi una quota concordata in precedenza, l’applicazione ne tiene conto e non divide in parti uguali la cifra totale.

RISOLUZIONE DEI CONTI.

Tutte le spese vengono suddivise in automatico da Pay&Share 3.0, che calcola i rendiconti personali in tempo reale, visualizzabili nella scheda “Persone”: con chiarezza ed immediatezza si potrà sapere a quanto ammontano i propri debiti o crediti. La voce “Esborso Totale”, nella schermata che descrive il dettaglio spese di ogni singola persona, indica l’ammontare totale anticipato da ciascuno. Se qualcuno deve saldare per conto di qualcun’altro, nel profilo dei singoli partecipanti è disponibile l’opzione “a carico di…”.

Dalla scheda “risoluzione”, è invece possibile visualizzare il saldo totale delle spese, con il riepilogo dei dare e avere di ciascuno. E alla fine della vacanza, un semplice click consente di recapitare via mail a tutti i partecipanti un report dettagliato dell’evento!

Dal sito www.payandshare.net, accedendo alla propria area riservata, è possibile scaricare tutti i propri eventi in formato Excel o CSV e impostare quali Eventi lasciare solo su PC e quali portare con se in mobilità. Infine, il BLOG consente di rimanere aggiornati su tutte novità.

Disponibilità e prezzi:

Pay&Share 3.0 è scaricabile gratuitamente su:

punti vendita pay&share

La licenza è poi implementabile fino al massimo livello premium – prezzo 4,49 euro.

Marchetop.itNovità: da oggi è possibile acquistare le licenze Guest, Regular e Premium anche su MarcheTop.it, l’e-shop con i prodotti delle migliori marche a portata di click! È sufficiente collegarsi al sito, selezionare la licenza Pay&Share desiderata e acquistarla, dunque attendere la mail di conferma contenente il codice di attivazione con il quale registrarsi sul sito www.payandshare.net!

Dettaglio delle licenze e dei prezzi:

P&S 3.0 – licenze & Features

STARTER

GUEST

REGULAR

PREMIUM

Free

0,89

3,59

4,49

Registrazione account obbligatoria

si

si

si

si

Eventi

1

1

3

illimitati

Spese

5

5

illimitate

illimitate

Pubblicità

si

no

no

no

Periodo di prova PREMIUM

2 gg

15 gg

Multidevice: Max Device per ogni account

3

3

3

3

Area Web personale

no

no

no

si

Sincronizzazione

si

si

si

si

Abilitazione ad invitare ad un evento

si

si

si

si

Read su Invito

no

si

si

si

Write su Invito

si

si

si

si

Abilitazione ad essere invitato

si

si

si

si

Grafica personalizzata

no

no

no

no

Per maggiori informazioni consulta la sezione “Help” dell’applicazione, oppure visita il sito web e il blog di Pay&Share: www.payandshare.net

plasmon oasi nella crescita

Plasmon: tradizione, dedizione e cura trasmesse da mamma a mamma

logo plasmon oasi nella crescita

Proseguono, con sempre maggior intensità, le attività di comunicazione di Plasmon rivolte alle mamme.

L’Azienda leader nell’alimentazione per la prima infanzia è on air sulle principali reti TV con un nuovo spot tv dedicato agli omogeneizzati, realizzato dall’agenzia PicNic.

La campagna punta a valorizzare sia i plus legati alla qualità garantita Oasi nella Crescita®, sia la lunga tradizione, sinonimo di sicurezza e affidabilità.

Lo spot riesce, in modo semplice, a veicolare questi due concetti, quasi personificandoli. L’innovazione e la ricerca vengono veicolate dalla mamma, che per il suo bambino desidera un prodotto su misura, di qualità e buono. È lei a raccontare perché ha scelto gli omogenizzati Plasmon. Il concetto di tradizione viene, invece, trasmesso da una figura nuova nel mondo del baby food: la nonna che a sua volta aveva Plasmon per crescere sua figlia!

Una tradizione che si carica quindi di emotività e diventa ancora più reale perché fa parte della storia di tutti noi. Una tradizione trasmessa da generazioni, citando il claim di prodotto potremmo dire “da mamma, a mamma”.

Per l’agenzia Pic Nic, sotto la direzione creativa di Niccolò Brioschi, hanno lavorato al progetto la copywriter Federica Guidolin e l’art director Riccardo Colombo. L’account director è Veronica Misciattelli.
La regia è di Marcello Lucini. La casa di produzione è The Big Mama. Produttore esecutivo: Lorenzo Borsetti. Direttore della fotografia: Renato Alfarano. Post produzione video: Videozone.

Ma le novità non si fermano qui: le mamme italiane entrano on line nell’Oasi della Crescita® Plasmon e si mettono alla prova su Facebook.
Dopo il successo del video cartoon Oasi nella Crescita® con circa tre milioni di visualizzazioni, l’Azienda continua a dialogare con le mamme attraverso una nuova sezione del sito Plasmon.it e una facebook app, realizzate e prodotte dall’agenzia Alkemy.

Alkemy ha dato vita ad un one-page scroll interattivo, dove le mamme sono accompagnate in un percorso a tappe che le porta a scoprire tutta la cura e la dedizione che Plasmon mette nei suoi prodotti, grazie ad Oasi nella Crescita®: passo dopo passo, conoscono le restrittive regole di coltivazione, vedono l’attenzione degli allevatori, i controlli di ogni fase di produzione e molto altro, il tutto in costante compagnia dei simpatici personaggi del cartoon.

Parallelamente al lancio della nuova sezione va online la facebook app Mamme alla Prova, un divertente test che ribalta le convinzioni delle mamme sulla nutrizione infantile, sfatandone i principali luoghi comuni.

Per Alkemy, sotto la direzione di Federico Ghiso e Giorgio Cignoni (direttori creativi esecutivi) e Matteo Menin (VP Communication), hanno lavorato Maria Vittoria Apicella (copywriter) e Giuseppe Calì (art director). L’animation design è di André Milandri Bussetti mentre lo sviluppo è affidato a Gianmarco Simone.

Superstizione a tavola

Venerdì 17: a tavola contro la superstizione con CICAP

CICAP logoVersare del sale porta male? Rovesciare dell’olio ancora peggio? E che dire delle posate incrociate? Tali credenze fanno parte della superstizione popolare e sono state tramandate di generazione in generazione come dettami inconfutabili, con tanto di rimedi e piccoli rituali propiziatori per scongiurare presagi di cattivo auspicio.

Ma c’è qualcosa di vero in queste credenze? Fortunatamente no. E lo sottolineiamo a gran voce, rassicurando chiunque celi ancora piccoli timori a riguardo.

Dicono no anche i soci del CICAP (Comitato italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze) che, contro la scaramanzia, propongono un giorno di mobilitazione nazionale, la Giornata Anti Superstizione, organizzata, non a caso, proprio venerdì 17.

«Da oltre 25 anni il CICAP è impegnato a combattere l’irrazionalità e la superstizione attraverso l’uso della scienza e della ragione. Normalmente lo facciamo con articoli, interventi radiotelevisivi, indagini e conferenze, ma, qualche volta, anche con esperienze insolite e divertenti come la Giornata Anti Superstizione» dice Massimo Polidoro, Segretario Nazionale del CICAP e docente di Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca.

Una giornata all’insegna della leggerezza e del divertimento, conditi da un pizzico di ironia in una cornice di gusto, grazie ai banchetti e alle cene organizzati in occasione dell’evento che vedrà protagoniste diverse regioni italiane, dalla Toscana al Veneto, dal Friuli al Piemonte.

«In tutte le iniziative, organizzate dai volontari del CICAP, si inviteranno le persone a mettere in gioco le proprie credenze superstiziose» racconta Marta Annunziata, Coordinatrice dei Gruppi Locali del CICAP. «La Giornata Anti Superstizione è nata nel 2009, ma quest’anno abbiamo scelto il tema delle superstizioni a tavola. Chi lo vorrà potrà rovesciare del sale, incrociare le posate, capovolgere del pane… o semplicemente confrontarsi sull’argomento con i soci del CICAP. Solo chi avrà superato le prove però riceverà un attestato di non superstizioso! C’è chi in questi anni ne ha accumulati fino a sei…»

Per chi non potrà partecipare personalmente alle iniziative regionali, il CICAP offre comunque un’occasione per dire no alla superstizione, attraverso l’evento social “Fai attraversare il tuo profilo da un gatto nero”. Come aderire? E’ molto semplice: basterà sostituire nella giornata di venerdì 17 l’immagine del proprio profilo Facebook con quella di un bel gatto nero (per l’occasione il CICAP ha preparato un’immagine personalizzata per l’iniziativa), per testimoniare a gran voce che a tavola, così come in altri contesti, la superstizione non ha potere e che, spesso, siamo noi stessi a lasciarci influenzare a tal punto da condizionare ciò che ci succede.

Gatto nero superstizione

Spiega, infatti, Massimo Polidoro: “Essere superstiziosi condiziona negativamente la vita delle persone, che senza accorgersene alterano il proprio comportamento finendo per provocare proprio gli eventi sfortunati che tanto li spaventano. Oppure, interpretano in modo negativo qualunque circostanza legata a un oggetto ritenuto ‘porta-jella’. In ogni caso, questo tipo di atteggiamenti si trasforma in una profezia che si autoavvera. Non dimentichiamo, infine, che la memoria è selettiva, vale a dire che tendiamo a ricordare di più gli eventi che confermano le nostre credenze, piuttosto che quelli che le smentiscono”.

La Giornata Anti Superstizione è un appuntamento tra il serio e il faceto, che vuole richiamare l’attenzione del pubblico sulle superstizioni, sulle curiosità a esse legate, sugli interessanti aspetti scientifici che esse possono presentare e sui rischi, talvolta molto gravi, che possono determinare” Conclude Silvano Fuso, docente di chimica e autore del libro “Superstizioni: istruzioni per l’uso”.

Questi gli appuntamenti regionali organizzati dal CICAP in occasione della Giornata Anti Superstizione:

FRIULI VENEZIA GIULIA
Una cena a tema “anti superstizione”, con possibilità di superare le prove per superstiziosi, si svolgerà in una pizzeria della zona di Pordenone. Per informazioni: cicap.pn@gmail.com

PIEMONTE:
Alle porte di Torino il gruppo locale propone nel pomeriggio un Percorso a ostacoli Anti Superstizione e una breve conferenza presso l’agri-gelateria Sanpé di Poirino (TO).
A Cuneo in serata si terrà un’edizione speciale de “La Razionale Alcoolica” dedicata alla superstizione, con giochi a tema. La Razionale Alcoolica è un incontro informale, una genuina discussione tra persone con punti di vista magari anche molto distanti che insieme ragionano su un tema legato al paranormale o alle pseudoscienze, con rispetto reciproco e magari davanti a una birra, come nel modello inglese degli “Scettici al pub”.
Per info: piemonte@cicap.org

TOSCANA
A Pisa, in Corso Italia 85, davanti alla Chiesa di S. Maria del Carmine e alla Statua di Nicola Pisano, i soci della regione terranno un banchetto pomeridiano, con prove per superstiziosi.

VENETO
A partire dalle h. 16.00 il gruppo locale propone una serie di sfide alla superstizione nella località di villeggiatura Rosolina Mare (RO) presso il Bagno Tamerici,
http://www.bagniferro.it/it/dove-siamo_45c5.html
Maggiori informazioni su veneto.cicap.org

curioseety img

Curioseety: le proposte di Tour da un portale di “liberi viaggiatori”

curioseety logo

Curioseety nasce dall’esperienza di quattro amici “liberi viaggiatori” mossi, in lungo e in largo nel mondo, da un solo credo: conoscere i luoghi fuori dalle righe grazie alle persone che li abitano. Una piattaforma web innovativa che promuove il viaggio all’insegna della curiosità in Italia, per tutelare e condividere l’immenso patrimonio artistico, culturale e naturale del Paese.

Il suo motto? Stay Curious!

Curioseety è, infatti, un portale “curioso”. Anche nella sua struttura: da un lato raccoglie guide dalla professionalità altissima; dall’altro offre al “libero viaggiatore”, proveniente da ogni parte del mondo, la possibilità di scoprire insieme a una guida in carne e ossa segreti e bellezze italiane altrimenti irraggiungibili, in maniera semplice, personalizzata e piacevole.

E’ possibile scoprire e prenotare tour unici, in ogni parte d’Italia, on line o dal proprio cellulare: il “libero viaggiatore” può creare gratuitamente il proprio profilo ed avere a portata di click infiniti itinerari tra cui scegliere.

Per facilitare la navigazione i tours sono divisi secondo diverse aree tematiche (ad esempio Food&Wine, Adventure, etc.) e/o per area geografica. Una volta scelto il tour preferito, si entra in contatto con la guida locale che aiuterà a personalizzare il viaggio.
Infine, le prenotazioni avvengono in completa tranquillità e sicurezza tramite Paypal e le principali carte di credito.

Curioseety è anche un portale di toursharing: è sufficiente accedere all’area tematica per unirsi a un percorso da condividere con altri viaggiatori. Non si tratta del solito viaggio di massa, ma di piccoli gruppi accomunati da un interesse.

I “liberi Viaggiatori” di Curioseety consigliano di entrare nella loro community per 5 buoni motivi:

  • Avere accesso ad un’offerta illimitata ed in costante evoluzione
  • Conoscere gente del luogo e fare nuove amicizie con viaggiatori di ogni parte del mondo
  • Scoprire in Italia i luoghi segreti e i segreti dei luoghi più noti con guide locali appassionate
  • Sperimentare circuiti off-track e non convenzionali
  • Operare attraverso un sistema di prenotazioni e pagamenti sicuro ed affidabile

Per saperne di più:

Sito Web – http://www.curioseety.com/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/Curioseety

calici di stelle

“Calici di Stelle”: ad Agosto si spengono le luci e si brinda al chiaro di luna

calici di stelleNelle notti di Agosto si spengono le luci e in tutta Italia si brinda al chiaro di luna, nella speranza di ammirare la scia fugace e suggestiva di almeno una stella cadente.

Per i wine lovers e gli appassionati di astronomia, o per chiunque desideri prendersi del tempo per volgere lo sguardo al cielo notturno, ammirandone la bellezza e lasciandosi pervadere dal sapore inebriante di un buon vino nella cornice romantica del vuoto stellato, nelle cantine del Movimento Turismo Vino e nelle piazze delle Città del Vino si brinda con “Calici di Stelle”.

“Calici di Stelle” è, infatti, l’evento glamour più atteso da più di un milione di eno-appassionati che, dal 4 al 10 Agosto, potranno riunirsi in un brindisi collettivo che, dal Piemonte alla Sicilia, dalla Toscana alla Puglia, coinvolgerà tutto il Bel Paese, al chiarore del cielo più stellato dell’anno.

Un’occasione speciale per celebrare e condividere la passione per il vino Made In Italy e di spezzare, per un attimo, la frenetica routine quotidiana, per concedersi un momento di piacere perdendosi in un mondo di stelle e bollicine.

Una lista degli eventi organizzati dalle cantine partecipanti, suddivise per regione, è consultabile sul sito dell’Associazione Nazionale Città del Vino, in fondo alla pagina che tratta l’evento.

Ulteriori novità e info di questa edizione sono consultabili sul sito web www.movimentoturismovino.it

Cantina Teanum

Teanum Wine Fest: protagonisti di questa sera il Nero di Troia e il jazz di Enzo Cavalli Quartet

Teanum Wine Fest

Nero di Troia Experience è il titolo della sesta serata del Teanum Wine Fest  (venerdì 10 luglio alle ore 21), che vedrà protagonista sul palco delle Cantine Teanum (via Croce Santa, 48 a San Severo) la formazione jazz Enzo Cavalli Quartet in “Ho soffritto per te”, titolo di una canzone di Enzo Jannacci che fa da capofila ad una scaletta di testi italiani degli anni ’60 rivisitati in chiave jazz, che avranno come leitmotiv l’amore.

Il quartetto è composto da: Enzo Cavalli, contrabbassista di lunga esperienza che annovera nel suo curriculum rilevanti collaborazioni artistiche con musicisti italiani e stranieri, direzioni artistiche ed organizzazioni di eventi musicali, oltre ad un’intensa attività di insegnamento a Firenze; Davide Saccomanno, pianista, ha collaborato con artisti come Lucio Dalla, Gegé Telesforo, Tony Esposito e tanti altri, attualmente è in tour nazionale con Savino Zaba; Mino Lacirignola, trombettista, si diploma in tromba al Conservatorio Musicale di Bari e, dalla fine degli anni ’70, inizia la sua intensa carriera di insegnante e musicista, con numerose collaborazioni internazionali; Antonio Di Lorenzo, batterista e “nipote d’arte”, spinto allo studio dello strumento dallo zio batterista della RAI: nel 1998 è stato eletto dalla rivista Musica Jazz come nuovo talento del jazz italiano.

La sesta serata del Teanum Wine Fest avrà come protagonista il Nero di Troia, vitigno autoctono pugliese che Cantine Teanum imbottiglia in: Alta Nero di Troia, Òtre Nero di Troia, Vento Rosso (blend Nero di Troia con Primitivo), Gran Tiati Gold Vintage 2010 Nero di Troia.

nero di troia wine

Prosegue la collaborazione con il Movimento Turismo del Vino di Puglia per sostenere la campagna“1 tappo, 2 perché”, finalizzata alla raccolta dei tappi di sughero per finanziare una campagna di comunicazione per gli ulivi pugliesi, e con l’Associazione Italiana Sommelier Puglia che festeggia i cinquant’anni di attività attraverso la partecipazione del delegato di Foggia, il sommelier Amedeo Renzulli, che terrà per ogni serata un breve dialogo con il pubblico sui vitigni protagonisti.

Il Teanum Wine Fest promuove la mobilità sostenibile; in tanti, hanno accettato l’invito nel raggiungere Cantine Teanum  a piedi, in bicicletta o condividendo l’auto (car pooling).

Cantine Teanum ha inoltre deciso di aprire le porte delle sue cantine ai propri clienti attraverso un servizio di visite guidate presso gli stabilimenti di San Severo e in “Località Predicatella”, prenotabile esclusivamente di sabato e per un numero minimo di dieci persone, inviando una mail a accoglienza@teanum.com.

I prossimi appuntamenti di luglio sono: venerdì 17, Falanghina Fusion, con I Buca in “Sogno come mio padre”; venerdì 24 luglio, Primitivo d’autore, con Domenico Carducci in “Non ho vissuto in centro”; venerdì 31 luglio, Otre On My Mind, con Miargento in “Baco da seta”. Gli appuntamenti di agosto: venerdì 7, Aglianico Black, con Harlem Blues Band in “Blues & Soul”; venerdì 21, Merlot d’autore, con Simone Avincola in “Km28”; venerdì 28, Gran Tiati Show, serata secret concert.

L’ingresso alle serate è sempre libero; per chi vuole prenotare l’aperitivo cenato di Enogastronomia da Alfredo è necessario contattare il 366.3589034.

Teanum Wine Fest è social, questi gli hashtag ufficiali: #teanumwinefest #sanseverowinecapital

bacio leopardi

#DaiUnBacio a chi ami, con Coca-Cola

Avrete sicuramente visto in televisione lo spot Coca-Cola in cui i protagonisti si ritrovano con una bottiglia in mano, rigorosamente in vetro, sulla quale figura di volta in volta il nome di qualcuno cui dedicare un bacio, una coccola, una dimostrazione d’affetto.

Si riassume nel tag #DaiUnBacio l’iniziativa social di Coca-Cola che ha pensato di utilizzare le proprie bottiglie come strumento di propagazione di un’ondata di smancerie. Un simpatico modo per dire a chi volete “Ti voglio bene”, “Ti amo”, “Mi piaci” senza troppi pensieri e senza bisogno di parole.

Una sapiente strategia di marketing che ha saputo creare un dolce e fresco connubio tra le esigenze di produzione e di profitto di una storica azienda e l’esperienza sociale dei propri consumatori.

Arrivano sul mercato, infatti, le bottiglie di Coca-Cola #DaiUnBacio personalizzate con i nomi delle persone che amiamo. Come consumatori siamo invitati a cercare accuratamente il nome di chi vogliamo “baciare” e non dobbiamo preoccuparci di non trovarlo, perché Coca-Cola ha pensato davvero a tutti: troveremo stampati sulle bottiglie di vetro tutti i nomi possibili e immaginabili, dai classici nomi propri (comuni e inusuali), ai diminutivi, fino ai soprannomi e ai nomignoli scherzosi.

coca-cola daiunbacioResta soltanto da trovare quello più adatto alla persona (o alle persone) cui vogliamo trasmettere la gioia di un bacio (anche solo platonico) e della sua carica emotiva in un semplice gesto di simpatico affetto.

Un modo come un altro per trasmettere sentimenti a persone care, cosa che troppo spesso diamo per scontata per mancanza di tempo, timidezza, pudore, persino paura.
Non c’è nulla di male nel dire a qualcuno che gli vogliamo bene. E se non troviamo le parole, tanto vale farlo con un gesto.

E allora perché non farlo con una bella bottiglia di Coca-Cola da collezione? Stupirete piacevolmente le persone cui tenete e, al contempo, le farete felici non solo perché dimostrerete loro il vostro affetto, ma anche perché le aiuterete a rinfrescarsi in queste torride giornate d’estate!

Cominciamo noi: LiberoGusto #daunbacio ai suoi lettori!

 

cibi cuore food porn

Food porn: il piacere del cibo che stimola i sensi

food porn

Presentare un piatto con un’estetica accattivante, subirne l’effetto inebriante ancor prima di assaggiarlo perché, si sa, l’attesa del piacere è essa stessa il piacere (cit. Gotthold Ephraim Lessing), scoprire di non poter tenere a bada l’acquolina in bocca che ci preannuncia un’estasi per il palato e avvertire l’irrefrenabile desiderio di immortalare con una fotografia l’opera d’arte culinaria che si mostra dinnanzi ai nostri occhi per condividerla con gli altri.

Tutto questo è Food Porn.

Nulla a che vedere con la volgarità o la spudoratezza, dunque. Quella del Food porn è una tendenza che si è diffusa a macchia d’olio nella cultura enogastronomica dell’ultimo decennio e che sottolinea la notevole importanza rivestita della presentazione di un piatto (oltre che dalla qualità degli ingredienti) assumendo che il desiderio che tale presentazione suscita nei commensali sia in un certo qual modo paragonabile a quello sessuale, in termini di intensità naturalmente.

Per parlare di Food Porn, devono essere soddisfatti (in tutto o almeno in parte) i seguenti requisiti:

  • Accuratissima presentazione del cibo per stregare l’occhio e stimolare il gusto
  • Fotografia del piatto che immortala l’opera d’arte culinaria e ne serba il ricordo
  • La condivisione della foto sul web, attraverso i principali canali social, come Pinterest, Foodspotting, Facebook, Instagram, Twitter (#foodporn)
  • Commenti di apprezzamento e ri-condivisione dell’opera culinaria perché non farlo sarebbe un peccato mortale

food pornL’enfasi sull’estetica del piatto è figlia di un’era, quella digitale appunto, in cui i social e la condivisione frenetica sul web di qualsiasi cosa desti interesse sono ormai la parola d’ordine e l’impatto visivo di ciò che si trasmette ha un’importanza notevole.

Che sia giusto o meno, il primo impatto è sempre dato dall’apparenza: un’apparenza invitante, curiosa, accattivante è il primo passo per desiderare di assaporarne la sostanza. E di questo concetto i “seguaci” della tendenza Food Porn fanno tesoro.

Sono molti gli Chef che si sono ispirati a questo trend, come Giorgio Gramegna, che ha fatto dell’Eros in cucina il suo cavallo di battaglia o i giapponesi che ne sono maestri per tradizione, e altrettante sono le trasmissioni televisive che hanno promosso questa tendenza, basti pensare ai vari MasterChef seguitissimi in tutto il mondo.

E voi? Vi riconoscete come “Food Pornographers” oppure ritenete che si tratti di una semplice moda di passaggio, come tante altre?

 

bevi cosa vedi

“Bevi cosa vedi”, il contest per gli appassionati di vino e fotografia

Siete amanti del buon vino italiano e avete una passione (professionale o amatoriale) per la fotografia? Allora il contest “Bevi cosa vedi” (#bevicosavedi) è la vostra occasione per unire l’utile al dilettevole.

Promosso dall’Associazione no profit Movimento Turismo del Vino, il concorso ha il proposito di valorizzare le eccellenze vinicole del territorio italiano e l’enoturismo nazionale attraverso la partecipazione degli appassionati del settore che sono invitati ad esprimere in chiave artistica (nello specifico, attraverso la fotografia) l’amore per la nostra terra e per il vino, rigorosamente Made in Italy.

bevi cosa vediModalità di partecipazione al contest Bevi Cosa Vedi

  • caricate su Instagram le fotografie (che dovranno comprendere il vino e, sullo sfondo, un tipico paesaggio italiano) inserendo l’hashtag #bevicosavedi
  • entro il 22 Luglio 2015 (data di termine del contest) dovrete registrarvi sul sito www.bevicosavedi.it compilando il modulo associato al concorso con tutti i dati richiesti
  • è possibile caricare anche più di una foto purché non vengano inseriti marchi commerciali ad esclusione di quello dell’Ente promotore dell’iniziativa

Criterio di valutazione

La giuria premierà le opere fotografiche in base all’abilità dei partecipanti e quelle che saranno ritenute le migliori potranno anche essere utilizzate e pubblicate nei canali web di Movimento Turismo del Vino.
I criteri che verranno seguiti in sede di valutazione sono:

  • Qualità dell’immagine
  • Originalità
  • Attinenza con il tema proposto
  • Capacità di immortalare e trasmettere a chi osserva un momento di vita in Italia

Premi del contest

I vincitori del concorso saranno il 10 Agosto 2015 tramite comunicato stampa ufficiale, canali social e posta elettronica. Questi gli ambiti premi per i fotografi vincitori:

  • 1° premio: un weekend per due persone in cantina con degustazione
  • 2° premio: cofanetto Cantine Aperte “Emozione 3” + 36 bottiglie di vino
  • 3° premio: cofanetto Cantine Aperte “Emozione 3” + 24 calici di vetro “Vetro 2”
  • 4° premio: cofanetto Cantine Aperte “Emozione 3” + Decanter “Vetro 2”
  • 5° premio: cofanetto Cantine Aperte “Emozione 3”

 

Che vinca il miglior foto-sommelier!

 

Vacanza con gli amici? Basta con la classica e scomoda “cassa comune”... Oggi c'è Pay&Share! 2

Coca Cola Summer Festival: #daiunbacio alla canzone dell’estate 2015

Coca Cola Summer Festival 2015Al via questa sera il Coca Cola Summer Festival (#daiunbacio) che porterà sul podio quello che diventerà il tormentone dell’estate 2015.

In programma alle ore 20, il primo appuntamento vedrà l’esibizione di big e giovani della musica davanti al pubblico di Piazza del Popolo e di tutta Italia, poiché le quattro puntate saranno trasmesse in prima serata su Canale 5 e, in contemporanea, su RTL 102.5, radio ufficiale della kermesse.

A presentare la maratona dei quattro giorni (da stasera fino a domenica) ci saranno Alessia Marcuzzi, Angelo Baiguini e Rudy Zerbi.

GLI ARTISTI CHE SI ESIBIRANNO QUESTA SERA

Questi i nomi dei “big” che si sfideranno questa sera al Coca Cola Summer Festival 2015: Fedez, J-Ax, The Kolors, Francesco Renga, Antonello Venditti, Irene Grandi, Nek, Lorenzo Fragola, Malika Ayane, Emma Alvaro Soler, Baby K ft. Giusy Ferreri, Bianca Atzei & Alex Britti, Dear Jack, Dolcenera, Klingande, Levante, Francesco Sarcina, Francesca Michielin e Mario Biondi.

Tra i “giovani“, invece, figurano Ada Reina, Canova, Matthew Lee e Benji & Fede, Il Pagante, Giaime.

I NOMI CONFERMATI PER I PROSSIMI GIORNI

Per i prossimi giorni, gli artisti in gara già confermati sono Marracash, Elisa, Francesco De Gregori, Francesco Renga, Marco Carta, Briga, Fiorella Mannoia, Loredana Bertè, Marco Mengoni, Fedez, J-Ax, Malika Ayane, Madcon, Jack Savoretti, Annalisa, Caro Emerald, Emis Killa, Giovanni Caccamo, Chiara, Feder ft. Lyse, Lorenzo Fragola, Gianna Nannini, Gianluca Grignani, Gué Pequeno, Deborah Iurato, Fabrizio Moro, Neffa, Nesli, Enrico Nigiotti, Petite Meller, Raige, Santa Margaret, Valerio Scanu, Serebro, Paolo Simoni, Anna Tatangelo, Paola Turci, Mans Zelmerlow.

REGOLAMENTO E MODALITA’ DI VOTAZIONE DEL COCA COLA SUMMER FESTIVAL

Il regolamento prevede che, per la sfida dei giovani, il vincitore sia uno e venga votato dai big ospiti.
Per quanto concerne, invece, i big, nel corso di ogni serata verrà stilata una classifica dei 5 brani più votati attraverso il sito di Radio Rtl 102.5 e ci sarà un vincitore per ogni serata.
Al termine delle quattro puntate, verrà decretata la canzone dell’estate 2015.